classi energetiche edifici

Le classi energetiche degli edifici

La classe energetica, attualmente, definisce quanta energia è necessaria per il riscaldamento di un edificio, in un prossimo futuro si dovrà tenere conto anche dell'energia necessaria al condizionamento estivo e all'illuminazione. Le classi vanno da A+, per gli edifici con la massima efficienza energetica, a G per quelli con la minima, passando per tutti i gradi intermedi. Nel calcolo si tiene conto anche della posizione geografica dell'edificio, ogni comune italiano appartiene ad una zona climatica, il nostro paese è stato suddiviso in sei zone, che vanno dalla A, che ha il clima invernale più mite, alla F, per il clima più rigido. L'appartenza ad una zona determina anche il periodo in cui è possibile tenere in funzione gli impianti di riscaldamento. Vivere in un'abitazione più efficiente dal punto di vista energetico significa risparmiare nelle spese di riscaldamento.
le classi energetiche degli edifici

LEDVero T8/G13 - Tubi LED SMD, trasparenti, 150 cm, 25 W Bianco caldo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,4€


Certificato di prestazione energetica

finestra con vetro a bassa emissione Tutti gli edifici nuovi o sottoposti a ristrutturazioni rilevanti devono essere dotati dell'attestato di prestazione energetica (APE). Per gli edifici già esistenti l'attestato è necessario in caso di compravendita o di locazione. La modalità di rilascio dell'attestato non è unica per tutto il territorio nazionale me è regolata delle regioni, in ogni caso può essere rilasciato solo da un professionista abilitato. Il certificato è valido per dieci anni, a meno che durante questo periodo l'edificio non sia sottoposto a ristrutturazioni rilevanti. Per assegnare un edificio ad una classe energetica si tiene conto del grado di isolamento di tutte le sue componenti: muri perimetrali, tetto, pavimento, superfici vetrate. Del tipo di riscaldamento, della presenza di impianti che utilizzano fonti di energia rinnovabili, come geotermia e solare termico.

  • classi energetiche La certificazione energetica degli immobili consiste in una valutazione circa il rendimento energetico degli edifici, con la quale si quantificano i consumi energetici degli immobili e si pianificano ...
  • La casa e le classi energetiche In ogni atto sia di compravendita che di locazione si deve per legge (Decreto Legge 63/13 ) allegare un Attestato di Certificazione Energetica nel quale sia indicata la cosiddetta "classe di consumo" ...
  • Classi energetiche disponibili Le classi energetiche edifici sono rappresentate da una lettera che viene attribuita da un geometra o un architetto sulla base di determinate caratteristiche dell'immobile. Fra le componenti che con...

Crocifisso con medaglia croce Di San Benedetto, 16 cm, in legno di ulivo, proveniente dalla Terra Santa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,92€


Determinare le classi energetiche degli edifici

una pompa di calore La classe energetica di un edificio di nuova costruzione è determinata in fase di progettazione. Negli altri edifici possiamo intervenire per migliorare le prestazioni energetiche. Prima di decidere se e come intervenire è necessaria un'attenta valutazione di costi e benefici. Se non siamo in possesso dell'attestato di prestazione energetica il primo passo è far determinare, da un professionista abilitato, a quale delle classi energetiche edifici appartiene la nostra casa. Lo stesso professionista potrà consigliarci gli interventi da fare, valutando il miglioramento che si può ottenere ed il periodo di ammortamento della spesa. In questi calcoli è importante tenere conto di eventuali sgravi fiscali, attualmente sia gli interventi di ristrutturazione, sia gli interventi per il risparmio energetico godono di questi benefici. Per conoscere le modalità di accesso a queste agevolazioni è possibile consultare il sito dell'agenzia delle entrate.


classi energetiche edifici: Migliorare la classe energetica di un edificio

impianto solare termico Gli interventi che possono migliorare l'efficienza energetica della nostra case, e farle fare un salto in avanti nelle diverse classi energetiche, sono molti. Sostituire le vecchie finestre con infissi a vetrocamera a bassa emissione. Installare una pompa di calore ad alta efficienza al posto della vecchia caldaia, alcune pompe di calore possono avere un funzionamento reversibile: si utilizzano sia per il riscaldamento sia per il raffrescamento durante la stagione estiva. Realizzare un impianto solare termico per la produzione dell'acqua calda sanitaria. Isolare i muri perimetrali, con un rivestimento a cappotto, che potrà essere realizzato sulla facciata esterna o su quella interna, questo intervento consiste nell'applicazione di pannelli isolanti successivamente ricoperti con malte precolorate. L'applicazione sulla facciata interna è meno diffusa perché può dare problemi di condensa, ha il vantaggio di essere meno costosa e di poter essere realizzata in una singola unità abitativa, nel caso di condomini. Infine, se il sottotetto non è abitabile, possiamo intervenire con la posa di uno strato isolante.





sitemap %>