Tetto ventilato

Tetto ventilato in legno

Un tetto è ventilato quando tra lo strato del manto isolante e quello di copertura è presente uno spazio che consenta il ricircolo d'aria. Il legno, a differenza del cemento, è un materiale che si adatta facilmente ai cambiamenti della temperatura. L'aria che attraversa l'intercapedine, in combinazione col legno, consente un rapido raffreddamento della casa, spingendo fuori il calore che si accumula soprattutto durante l'estate.

Grazie a questo sistema si otterrà un consistente risparmio energetico dovuto ad un utilizzo moderato della climatizzazione estiva. Durante il periodo invernale l'areazione evita il formarsi di condensa che è la causa principale delle fastidiose muffe e gocciolamenti in casa. Se poi si vive in una zona nevosa, il tetto di legno ventilato, grazie al passaggio uniforme dell'aria, fa sciogliere la neve in modo uniforme, impedendo la formazione di lastre di ghiaccio. Lo scioglimento della lastra di ghiaccio formatasi sul tetto potrebbe causare indesiderate infiltrazioni.

Tetto in legno ventilato

Sostituzione HomeStore globale Canopy per 4M x 3M gazebo con Air Vent - 2 pezzi di copertura separate per due livelli telaio gazebo (marrone)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 58,75€


Tetto ventilato svantaggi

particolare tetto ventilato Prima di decidere se è conveniente optare per un tetto di questo tipo, occorre considerare il livello di ventosità del luogo in cui si vive. Nel caso in cui si vivesse in una zona poco ventilata, i vantaggi di tale soluzione sarebbero ridotti sensibilmente anche durante il periodo estivo.

Il principale svantaggio causato da questa soluzione è sostanzialmente riferito al periodo invernale. L'intercapedine che consente il passaggio dell'aria, tanto utile in estate, ha una tenuta del calore, generato dai sistemi di riscaldamento dell'abitazione, inferiore a quello dei tetti classici. Il problema è ovviabile aumentando la portata degli isolanti termici. La coibentazione deve essere di qualità e avere uno spessore minimo di 16 cm, proprio per limitare al minimo la dispersione di calore verso l'esterno dell'edificio. Tutto questo comporta un aumento di spese dovute alla necessità di una coibentazione rafforzata e dall'aumento dei costi per il riscaldamento. Infine c'è da considerare che il legno è suscettibile a modifiche strutturali, come la deformazione, a causa della sua minore resistenza agli eventi atmosferici.

  • pannelli di polistirene per isolamento termico Sono moltissimi i materiali che manifestano delle qualità adatte a venire utilizzati per l'isolamento termico; alcuni di questi vengono utilizzati tradizionalmente nell'edilizia, e tipicamente vengono...
  • Esempio di spatolato lucido Lo spatolato è una delle tecniche di pittura più amate, in quanto rende ogni stanza davvero raffinata e principesca. Il tutto è reso possibile attraverso prodotti specifici e la tecnica a spatola, che...
  • Computo metrico estimativo: definizione Con questa denominazione s’intende quel documento la cui compilazione porta alla definizione dei costi sostenuti per la realizzazione di un’opera edilizia o per la sua ristrutturazione. All’interno di...
  • Iva agevolata al 10% Introdotta alcuni anni fa come misura straordinaria, e poi rinnovata di anno in anno, l'aliquota iva al 10% è stata inserita stabilmente dalla Finanziaria 2010. Per avere diritto a questo tipo di re...

GAZEBO PIEGHEVOLE QUIK SHADE 3 X 3 MT - MOD. PROMOTIONAL COLORE GIALLO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 224,9€


Costo tetto ventilato

Schema tetto ventilato La costruzione di un tetto di questo genere comporta costi che variano a seconda della grandezza del tetto, dal tipo di coibentazione scelto, dall'eventuale demolizione della precedente struttura e dalla messa in opera.

La demolizione del precedente tetto comprende i costi per lo smantellamento della copertura, della coibentazione e dei lavori di muratura. Bisogna prestare attenzione nel farsi calcolare nel preventivo anche le spese di trasporto e smaltimento detriti. Si va da 7 euro a 15 euro al metro quadro. I metri quadri si computano sull'estensione del tetto, della coibentazione e della muratura.

I prezzi di mercato per questa copertura si aggirano attorno ai 150 euro a metro quadro. Al di sotto di questa cifra c'è da porre attenzione sulla presenza nel preventivo di eventuali costi aggiuntivi che la ditta voglia praticare su listelli, grondaie e altri elementi. Tali costi sono sicuramente più alti rispetto alla costruzione di un tetto classico. La spesa è recuperata grazie al risparmio energetico che consente questa copertura e dal minore rischio di dovere procedere alla manutenzione a causa di infiltrazioni.


Tetto ventilato isotec

Tetto ventilato Isotec Il tetto è un elemento fondamentale per rendere la propria casa efficiente dal punto di vista energetico. Per questo la scelta dei materiali con i quali lo si fa costruire è fondamentale. I pannelli Isotec sono il frutto delle più moderne tecnologie del settore. La tecnica della copertura ventilata è più o meno efficace a seconda della qualità del materiale usato. Non basta l'esistenza di un'intercapedine per ottenerne i vantaggi.

Più alta è la qualità del materiale utilizzato, maggiore sarà la resa energetica e la durata del tetto. Occorre che i materiali del manto isolante e quelli del tetto permettano il migliore flusso di aria. La resistenza termica dei nuovi pannelli lsotec XL è dovuta al fatto di essere realizzati in schiuma poliuretanica espansa rigida. La qualità della ventilazione è assicurata dal correntino integrato in acciaio con rivestimento in lega. Questo consente il flusso omogeneo d'aria, condizione necessaria per ottenere il raffreddamento in estate, la riduzione dell'umidità durante l'inverno.