Lavastoviglie

Da quando fu introdotta in Europa nel lontano 1929 ogni donna ne fu conquistata: oggi sono molteplici le cucine componibili che prevedono la lavastoviglie tra i propri accessori. La lavastoviglie domestica generalmente presenta dimensioni modeste ma con una capacità di carico adeguata: vi sarà sicuramente d'aiuto per lavare tutti i piatti del cenone di Capodanno! Può contenere stoviglie, utensili da cucina di modeste dimensioni e pentole. La lavapiatti è in grado di pulire anche lo sporco più ostinato: basta programmarla in base alle proprie esigenze e allo stato dei piatti. Proprio come la lavatrice, si può scegliere il tipo di lavaggio da effettuare: caldo o freddo. Dopo la programmazione, occorre inserire manualmente il detergente adeguato. C'è la possibilità di inserire anche il "brillantante", per ottenere un effetto splendente su piatti e bicchieri: solo che questa volta la brillantezza non sarà frutto del vostro olio di gomito!

Lavastoviglie: i modelli per ogni esigenza

Prima di acquistare una lavastoviglie è opportuno avere le idee chiare sullo spazio disponibile e sull'utilizzo. La prima distinzione riguarda la possibilità di acquistare una lavastoviglie a libera installazione oppure una ad incasso. La prima, ... continua


Articoli su : Lavastoviglie


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • La lavastoviglie da incasso

      Lavastoviglie Bosch Le lavastoviglie da incasso di ultima generazione sono un concentrato di tecnologia, arricchite di numerosi funzioni che permettono di avere prestazioni elevate e risparmio energetico. Le migliori mar
    • Lavastoviglie Bosch incasso

      Lavastoviglie Bosch incasso Le lavastoviglie Bosch a incasso possono essere di due tipologie: integrate e completamente integrate. Nel primo caso sono incassate all'interno di un mobile della cucina, ma lo sportello rimane in vi
    • Mini lavastoviglie

      Mini lavastoviglie 6 coperti Le mini lavastoviglie vanno dai 4 ai 10 coperti, e si distinguono per le dimensioni ridotte. Presentano differenti prezzi in quanto i programmi, le tecnologie di cui sono dotate e i materiali tutti di
    • Scegliere una mini lavastoviglie

      Mini lavastoviglie 6 coperti La mini lavastoviglie è un valido alleato in cucina nel caso di nuclei familiari ridotti o single. Programmi e funzioni hanno prestazioni dei grandi elettrodomestici con notevole risparmio di acqua ed
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , come dice la sua stessa denominazione, può essere collocata dove lo si riterrà più opportuno, la seconda invece potrà essere "incastrata" in un vano appositamente dedicato. I vantaggi della seconda riguardano l'estetica e il risparmio di spazio che si può ottenere con questa modalità di posizionamento.

      Bisogna poi considerare il numero di coperti che la lavapiatti può contenere: si va da un minimo di 12 ad un massimo di 16. Occorre specificare che utilizzare l'elettrodomestico a pieno carico è un modo per inquinare di meno e risparmiare acqua ed energia: è preferibile valutare con attenzione questo aspetto in sintonia con le proprie esigenze.

      I consumi di una lavastoviglie domestica

      Molte donne hanno rinunciato alla lavastoviglie per il timore di consumi eccessivi di acqua ed energia elettrica rispetto al lavaggio manuale. Niente di più errato! La lavastoviglie consuma molto meno di quanto avviene in un comune lavaggio manuale. Le moderne lavastoviglie poi possono essere programmate: a seconda dei piatti da lavare e del tipo di sporco si può calibrare il lavaggio, evitando inutili sprechi di tempo ed energia. Per essere consapevoli del tipo di consumi a cui si va incontro, è preferibile optare per lavapiatti di classe A+, A++ e A+++ che - secondo studi scientifici - consumano solo 8 litri d'acqua per un lavaggio con 12 coperti. A livello di energia elettrica questi apparecchi consumano addirittura il 30% in meno delle precedenti versioni di classe A. E' opportuno tuttavia conoscere quelle accortezze che invece possono influire sui consumi come l'utilizzo dell'elettrodomestico sempre a pieno carico e la pulitura del flitro con periodicità. La tecnologia poi ci semplifica la scelta, predisponendo dei programmi già impostati di cicli di lavaggio rapido. Infine, per quanto riguarda l'asciugatura, si può ripiegare sulla semplice apertura dello sportello.

      L'uso corretto della lavastoviglie

      Le migliori prestazioni dalla propria lavastoviglie si ottengono anche attraverso precise accortezze. E' inutile sciacquare i piatti prima di inserirli in lavastoviglie: così si consuma solo inutilmente e si inibisce il potere pulente del detersivo, che non troverà sporco a sufficienza sui piatti inseriti. Se proprio dovessero esserci dei residui di cibo è preferibile rimuoverli con un tovagliolo. Le elevate temperature che si raggiungo all'interno dell'apparecchio sono anche garanzia di disinfezione. Attenzione invece al materiale delle stoviglie:non si possono lavare nella lavapiatti i contenitori di plastica a causa delle alte temperature. E' preferibile lavare a mano stoviglie in vetro soffiato, utensili con inserti metallici, contenitori in ghisa o latta e sicuramente, quei piatti preziosi che si addicono di più ad un lavaggio delicato a mano. Prestare attenzione anche al detergente usato: in commercio sono disponibili tabs che comprendono già il brillantante; in questo caso è meglio non azionare quello della macchina. Non si può nemmeno pensare di sostituire il prodotto chimico con l'aceto, che finirebbe per corrodore i piatti se usato all'interno della lavapiatti.