Lavatrici

Il mercato degli elettrodomestici è particolarmente ricco e diversificato. La scelta tra i diversi modelli di laPrima di ogni considerazione in merito alle classi energetiche o alle caratteristiche tecnologiche dei tanti modelli presenti sul mercato sarà bene compiere una scelta preliminare e decidere se scegliere lavatrici con carica frontale o dall'alto.

Le lavatrici con carica frontale sono quelle presenti tradizionalmente nelle case degli italiani da più tempo.

Hanno il classico oblò sul davanti e sono divisibili in cinque grandi categorie basate su dimensioni e capacità di carico. Quelle di prima classe sono elettrodomestici di grandi dimensioni e arrivano a lavare fino a dodici kg di bucato. Sono piuttosto ingombranti e occupano un mercato in netta riduzione, anche, a causa della metratura discreta delle nuove abitazioni. Le classi inferiori sono a dimensioni e capacità di carico via via minori fino ad arrivare alle lavatrici di piccole dimensioni: inferiori ai settanta centimetri e ai quattro kg di bucato.

Le lavatrici con carica dall'alto rappresentano una recente innovazione. Il diverso assetto consente una carica molto più comoda, ... continua


Articoli su : Lavatrici


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , sono di più facile inserimento in ambienti con ridotte possibilità di manovra e sopportano carichi tra i cinque e gli otto kg. Grazie alle più recenti normative la classe energetica degli elettrodomestici di primo uso casalingo deve essere indicata esplicitamente in ogni punto vendita e, addirittura, in sede di promozione pubblicitaria. Esistono sette classi complessive, i prodotti a basso impatto ecologico e minore consumo sono contrassegnati dalla lettera A. Questa classe è, a sua volta, suddivisa in altre categorie contrassegnate da un numero di + crescente. Le lavatrici sul mercato sono, per la maggior parte, comprese nella classe A. E' molto importante prestare attenzione ad acquistare un prodotto di fascia alta: questo significa, nel giro di poco tempo, un risparmio significativo sui consumi e sulle bollette energetiche.

        Gli ultimi modelli di lavatrici, inoltre, sono dotati controllo elettronico del carico. La gestione intelligente del lavaggio permette di ottimizzare ogni lavaggio dosando al meglio temperatura, quantità di acqua, durata del programma.

        Non solo, la temperatura dell'acqua di lavaggio (principale variabile in termini di dispendio energetico) è mediamente sempre più bassa grazie a cicli specificamente studiati e a cestelli di nuova concezione.Viste le differenti caratteristiche e in base alle possibilità offerte dalla struttura del bagno o lavanderia bisognerà pensare al modo migliore per conciliare la lavatrice e lo spazio a disposizione. In caso di un piccolo bagno, magari l'unico della casa si potrà propendere per una lavatrice con carica dall'alto. Sono di dimensioni limitate (inferiori ai cinquanta cm) e una capacità di tutto rispetto (mediamente fino a sei kg).

        Nel caso di abitazioni con il bagno padronale e il classico piccolo lavatoio si potrà prendere in considerazione anche l'opzione delle classiche lavatrici a carica frontale.

        I nuovi modelli, a differenza delle vecchie classiche lavatrici, presentano sì l'oblò, ma grazie all'inclinazione dell'asse di rotazione possono vantare una profondità anche molto ridotta. Non solo, le innovazioni tecnologiche non riguardano solo lo spazio occupato o i tipi di lavaggio, anche l'operatività è resa particolarmente silenziosa da innovazioni e nuovi componenti a basso indice di attrito.Scelta una tra le tante lavatrici in commercio sarà utile conoscere alcuni piccoli trucchi per mantenere efficienti i cicli di lavaggio, assicurare una durata ideale e un dispendio energetico contenuto.

        Il filtro, ad esempio, è un punto a cui dedicare particolare attenzione. Sarebbe utile effettuare una pulizia ogni 6-8 settimane, alcune nuove lavatrici prevedono cicli di pulitura automatica ma un controllo periodico sarà una abitudine preziosa per la buona salute della lavatrice. Lo stato del filtro, infatti, influenza il lavaggio, il risciacquo e lo scarico intervenendo, insomma, nelle fasi più importanti del funzionamento. Anche nella scelta dei detersivi e degli additivi andrà prestata la massima cura.

        Quelli più aggressivi potrebbero danneggiare i componenti interni lasciando residui difficili da eliminare. I programmi disponibili per i diversi lavaggi, poi, sono da utilizzare con accortezza, cercando di ottimizzare il rapporto tra peso dei capi lavati, tipo di sporco e temperatura dell'acqua.