Piani Cottura

I piani cottura sono l'anima della cucina. Il moderno mercato delle attrezzature per cucina permette di scegliere tra molte possibilità: diversi materiali e innovativi sistemi di cottura.Tre sono le principali famiglie a cui appartengono la totalità dei piani cottura disponibili sul mercato delle cucine casalinghe: fuochi a gas, in vetroceramica o a induzione.

Il primo è il sicuramente il sistema più diffuso e conosciuto. I vantaggi riguardano certamente il basso costo del combustibile impiegato, l'alta resa in termine di calorie prodotte e la rapidità con cui gli alimenti sono cotti. Purtroppo presenta un lato debole: la difficoltà di mantenere in ordine e pulito il piano di cottura. Difetto totalmente dalla seconda possibilità: il piano in vetroceramica.

Alimentato ad energia elettrica (debolezza primaria vista la quantità di energia necessaria ad attivare una resistenza) permette una perfetta pulizia del piano di lavoro, ... continua


Articoli su : Piani Cottura


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Fornelli ad induzione

      Un fornello a induzione Risparmiare tempo durante la cottura dei cibi e risparmiare denaro ad ogni bolletta energetica: è questa la promessa dei fornelli dotati di tecnologia a induzione. Strabilianti nel principio che perme
    • Piano cottura

      Una classica cucina a gas I piani cottura non solo vengono utilizzati quotidianamente per la preparazione dei cibi: sono anche un elemento estetico della cucina da non trascurare. Inoltre un buon piano cottura, facile da utili
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , un'ottima manutenzione. Sono elettrodomestici con un'ottima durata nel tempo. Infine, l'ultima novità introdotta, la cottura a induzione elettromagnetica.

      Il calore non è, infatti, prodotto per riscaldamento del piano ma per una reazione fisica di tipo magnetico tra la piastra e i tegami. Il piano a induzione rappresenta certamente una innovazione tecnica e sarà, perciò, utile provare a capire quali pregi o difetti siano da mettere in conto.

      I vantaggi di questa interessante novità tecnologica riguardano essenzialmente la sicurezza in cucina: nessuna fiamma libera, corpi incandescenti o possibilità di incendio. La cottura è piuttosto rapida e dipende direttamente dalla scelta dell'utente così come la temperatura con una precisione difficilmente ottenibile con i tradizionali fornelli a gas o con la vetroceramica. Purtroppo però, questo tipo di piani cottura presenta qualche inconveniente. L'acquisto iniziale può essere molto impegnativo dal punto di vista economico, ma non solo. Si dovrà adattare la fornitura energetica di casa di un contratto in grado di supportare una richiesta di elettricità superiore alla media (i modelli più diffusi arrivano ad una potenza compresa tra i tre e gli otto Kw). Sarà poi da prendere in considerazione la necessità di dotarsi di pentole compatibili con il piano ad induzione elettromagnetica (non è possibile l'utilizzo di materiali tradizionali come la terracotta o l'alluminio).

      Se una innovazione tecnica così sorprendente come quella dei piani ad induzione stenta ad affermarsi la ragione è da ricercarsi anche tra i vantaggi dei piani cottura tradizionali. Le cucine professionali, ad esempio, sono tutte dotate di sistemi alimentati a gas. Questo, oltre per motivi economici legati al consumo di grandi quantità di energia elettrica difficilmente sostenibili, riguarda anche la resa calorica e la qualità della cottura con un sistema tradizionale. La preparazione dei cibi è, infatti, mediamente più rapida con l'alimentazione a gas. Certo la pulizia potrebbe risultare più complessa, ma il risparmio energetico considerato come valore risultante del rapporto tra energia impiegata e calorie prodotte per unità di tempo è certamente favorevole ai piani cottura a gas. Le strutture in vetroceramica, infrangibili e resistenti ad altissime temperature, richiedono diverso tempo solo per arrivare alla temperatura desiderata con il risultato finale di una notevole dispersione di calorie non utilizzato ai fini dell'attività culinaria vera e propria. La scelta e l'uso dei piani cottura è, anche, una questione di sicurezza. Tutti i modelli in commercio sono tenuti, infatti, ad assicurare alti livelli di sicurezza.

      Possibili perdite di gas accidentali o cortocircuiti devono essere evitate e accuratamente prevenute. Nei piani cottura tradizionali, ad esempio, deve essere sempre presente una valvola di sicurezza. Si tratta di un dispositivo in grado di interrompere immediatamente l'erogazione del gas in caso di spegnimento del fornello. Anche la modalità di accensione dei fuochi contribuisce alla dotazione di sicurezza. Si pensi ai modelli più recenti con l'accensione comandata direttamente dalla pressione dei comandi corrispondenti ai fuochi: permettono, allo stesso tempo, facilità d'uso e minore rischio di incendi accidentali. Fondamentale è ricordare anche di seguire un piano periodico di manutenzione: sostituzione del tubo in gomma che alimenta il piano cottura, pulizia degli ugelli per evitare pericolosi improvvisi malfunzionamenti.