Televisori

Decidere di cambiare il proprio televisore può rivelarsi una scelta piuttosto complessa: molti sono, infatti, gli aspetti da tenere in considerazione ed infinite sono le possibili opzioni offerte in commercio. Senza dubbio un elemento fondamentale è la tecnologia utilizzata per lo schermo. Quella al plasma impiega microcelle contenenti gas inerte che viene elettricamente trasformato in plasma, generando una luminosità propria e quindi rendendo del tutto superflua la retroilluminazione. Rispetto ai televisori LCD, questi prodotti hanno il vantaggio di godere di neri più profondi, di una più ampia gamma cromatica, di una maggiore luminosità e di un'ottima visuale anche a notevole distanza. D'altro canto, non sono compatibili con diagonali di ridotte dimensioni, comportano un consumo elettrico decisamente maggiore e sono soggette al cosiddetto effetto ghosting, ... continua

Articoli su : Televisori


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , per cui un'immagine fissa rimasta in video a lungo può imprimersi sul pannello. I televisori LCD (Liquid Crystal Display) sono apparecchi con schermo piatto a cristalli liquidi, microparticelle di materia presente nella forma sia liquida che cristallina. I televisori LCD sono dotati di retroilluminazione posteriore sulla quale i cristalli liquidi agiscono come filtro gestendo e producendo immagini e colori. La retroilluminazione può essere realizzata sia attraverso lampade fluorescenti che tramite LED. Rispetto alla più evoluta tecnologia LED, la retroilluminazione a lampada consente in realtà di ottenere una copertura dello spazio-colore più estesa. La tecnologia LCD è compatibile con qualsiasi dimensioe della diagonale dello schermo e non soffre dell'effetto ghosting benché maggiormente soggetta al rischio di un effetto scia che si produce per qualche secondo dietro ad un oggetto in movimento. Questo rischio può essere facilmente superato optando per una maggiore frequenza del refresh dell'immagine. Come già accennato, i televisori LCD possono essere dotati di retroilluminazione realizzata con diodi LED che, tipicamente, consentono di ottenere una maggiore definizione dell'immagine, generando un contrasto più intenso e rendendo possibile disporre di un minore spessore e di una maggiore luminosità. Il LED può essere posto su uno dei bordi dello schermo oppure inserito attraverso una matrice di LED che illumina tutta l'area del pannello (si parla in tal caso di Full LED Array) e che consente di regolare in modo più preciso la luminosità dello schermo oltre a rendere i colori più decisi ed i neri più profondi rispetto ad una retroilluminazione a lampade. Di recente introduzione e prodotto ambitissimo, lo Smart TV rappresenta l'ultima generazione di televisori in grado di fornire una connesione ad internet e di svolgere un'ampia gamma di funzioni aggiuntive. In particolare, la connessione è realizzata attraverso un cavo ethernet oppure via wireless. Tra le infinite potenzialità di uno Smart TV, questo può consentire di navigare su internet, scaricare varie app per utilizzare giochi, social network o mappe, realizzare videochiamate attraverso Skype o godere di video on demand utilizzando i servizi come Netflix o di video in streaming attraverso le piattaforme Youtube o Dailymotion. Ottimi esemplari di Smart TV disponibili sul mercato sono il Samsung modello UHD F9000, il televisore LG versione LA860V, il Sony 55X9005A o il Panasonic LT 47DT60.