Sedie

Sembrerebbe semplice fornire una definizione per la categoria sedie. In fondo qualunque appoggio sopraelevato di almeno quaranta o cinquanta centimetri da terra può diventare un appoggio. Ma una sedia? Questa domanda è presente da sempre nel design industriale, tanto che quasi ogni progettista o architetto si è cimentato almeno una volta nella invenzione o ripensamento di questo oggetto. Seguendo evoluzione e cambiamento delle sedie è possibile scorgere l'evolvere della progettazione e del design, diversi libri di storia dell'architettura e della grafica seguono questa ipotesi storiografica. Allo stesso tempo è una materia che riguarda direttamente il benessere e la vita di tutti i giorni: è sufficiente provare a pensare ad una giornata lavorativa di 8-10 ore passate su una sedia scomoda e si capirà quanto il design è importante e presente.

La storia del design per le sedute inizia già a metà '800. I primi progetti dialogavano principalmente con il mondo dell'arte, ... continua


Articoli su : Sedie


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Sedie da cucina

      Sedie da cucina con cuscini La cucina è la stanza più importante della casa dove le persone trascorrono la maggior parte del loro tempo. Per questo hanno bisogno di stare comodi, magari seduti intorno ad un tavolo. Le sedie da c
    • Sedie ikea

      Sedie Ikea classiche: adatte per ogni ambiente Il catalogo Living delle sedie Ikea offre un'ampia scelta di sedie per tutte le esigenze del cliente; da soggiorno, oppure più pratiche e comode su misura di bambino, a ancora adatte ad essere utilizz
    • Sedie per cucina, come sceglierle

      Sedie cucina Sedie per cucina, i consigli per scegliere quelle più adatte alla propria casa mettendo sullo stesso piano il design e la qualità.
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , cercando influenze e stimoli. Come non pensare immediatamente al capolavoro di Gerit Rietveld, la sedia Red and Blue? L'architetto olandese progettò una seduta in legno in strettissimo dialogo con la ricerca artistica di Mondrian: linee, piani, ritmi e colori primari si intrecciano in una sedia che ha fatto la storia. I grandi capolavori non sono solamente opere da museo, ma hanno influenzato, anzi, influenzano anche oggi la vita di molte persone. Si prenda il progetto della sedia Thonet. Una sedia progettata nel 1855 e tutt'ora prodotta grazie alla comodità, facilità di costruzione e di assemblaggio. Con l'avvento della plastica tutto cambia. Il legno lascia il posto all'ABS. Tra le prime, forse tra le più importanti, la sedia Tulip di Eero Saarinen. Questa seduta è attualmente esposta al MoMa di New York ed è considerata come uno dei migliori intrecci tra arte, design industriale e progettazione architettonica.

      Nella lunga e gloriosa storia del design e della progettazione delle sedie meritano certamente il posto d'onore la Sedia Barcellona di Mies van der Rohe e la Poltrona Wassilly di Marcel Breuer. La prima è allo stesso tempo un pezzo di design, opera d'arte e pezzo di storia mondiale. Fu ideata per essere inserita all'interno del padiglione tedesco in occasione dell’Esposizione Universale 1929 a Barcellona (da qui il nome). Composta da acciaio e imbottiture, è espressione di un disegno pulito, di una specifica manualità artigianale e rappresenta l'ultimo momento di pace tedesca prima dell'incubo della Seconda Guerra Mondiale. La Poltrona Wassily,invece, è stata progettata già nel 1925. E' testimonianza preziosa dei primi passi verso il design industriale, la produzione in serie e l'attrazione per la modularità: è, insomma, premessa e antenata di molte sedie che nel tempo faranno la storia dell'arte creativa.

      La storia del design italiano è ricca di grandi nomi, progetti importanti e prodotti che hanno segnato la storia del design mondiale. Si pensi alla sedia Luisa, progettata nel 1954 da Franco Albini o alla rivoluzione portata da Zanuso e dalle sedute k1340, prodotte per la prima volta tramite iniezione e stampaggio di materiali plastici. Artemide nel 1969 segue l'onda di rivoluzioni mondiali e produce Selene: un capolavoro presente in diversi musei mondiali. L'evoluzioni stilistica continua lungo tutto il '900, arriva a Tonietta, ai capolavori di Enzo Mari (vincitore del Compasso d’Oro) fino alle creazioni di Giò Ponti: punti fermi del design e veri e propri archetipi dei contemporanei prodotti per l'arredamento d'interni. Sono sedie considerabili opere d'arte, ma soprattutto, hanno segnato profondamente il gusto e la vita di milioni di persone.