Cuscini

Se ci si soffermasse a pensare che ciascuno di noi trascorre circa un terzo della vita dormendo, forse la scelta del cuscino non sarebbe casuale come spesso accade.La cultura del dormire bene negli ultimi anni ha portato i consumatori a fare scelte consapevoli riguardo ai materassi, valutandone caratteristiche e qualità. Al contrario, la scelta del cuscino più adatto alle proprie esigenze viene fatta ancora con una certa superficialità. Eppure, come i materassi, anche i cuscini, se inadeguati, sono responsabili di un cattivo riposo e col tempo anche di disturbi più o meno importanti. La stanchezza dovuta alla cattiva qualità del sonno, oltre a essere causa di malumore e irritabilità, a lungo andare può causare mal di schiena, mal di testa, irrigidimento e dolore ai muscoli del collo e delle spalle. Inotre, chi già soffre di cervicalgia, usando un cuscino non adatto vedrà aggravarsi i sintomi.Ovviamente non esiste un tipo cuscino adatto a tutti, ... continua

Articoli su : Cuscini


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , ma orientarsi nella scelta è più facile se si considerano le caratteristiche di ciascun cuscino e le posizioni maggiormente assunte durante il riposo.

        La funzione del cuscino è sostenere il capo e mantenere in asse la colonna vertebrale per allentare la pressione su collo e spalle. Il cuscino classico è a forma di saponetta e ha diversi gradi di consistenza, adattabili alle esigenze anatomiche individuali. Un cuscino troppo rigido o troppo morbido affatica i muscoli del collo, generando tensione e stanchezza.Le dimensioni del cuscino sono fondamentali: la lunghezza, deve essere adeguata alla larghezza del materasso, per garantire un sostegno costante durante la notte.La scelta dell'altezza del cuscino dipende dalla posizione assunta nel sonno. Chi dorme in posizione supina deve preferire guanciali di medio spessore, capaci di accogliere la testa e sostenere la curva naturale del collo. Il cuscino di altezza maggiore è adatto a chi dorme su un fianco: lo spessore del guanciale deve colmare lo spazio tra l'orecchio e la spalla, per mantenere in asse il tratto cervicale. Chi dorme prono, cioè di pancia sotto, deve preferire un cuscino sottile per non sottoporre il collo a posizioni innaturali.

        Se in passato i materiali impiegati per i cuscini erano lana e piume d'oca, oggi il mercato offre prodotti diversificati, sia sintetici che naturali, per soddisfare varie esigenze e garantire un sonno ristoratore.Lana e piume d'oca, sebbene siano confortevoli e traspiranti, attirano polvere e acari, per cui non sono indicati per i soggetti allergici. In questo caso è preferibile il cuscino in lattice naturale o artificiale, facilmente lavabile, traspirante, anallergico e antiacaro. Ha un discreto grado di rigidità che lo rende adatto in caso di dolori alla cervicale, se realizzato in forma anatomica. Anche il cuscino in microfibra, il più economico sul mercato, subisce un trattamento antiacaro, ma tende a riscaldarsi d'estate. Un buon compromesso tra confort e igiene è offerto dal cuscino in memory foam, realizzato in viscoelastico, un materiale a memoria di forma che con il calore corporeo si adegua anatomicamente alla pressione esercitata. Per gli amanti dei prodotti naturali il mercato offre cuscini bio, freschi e originali, prodotti con materiali biologici come lino, cotone, kapok, pula di farro o di miglio.

        Oltre ai tipi tradizionali, il mercato propone cuscini ortopedici, realizzati in diversi modelli per rispondere a particolari esigenze dei consumatori.Tra questi è noto il cuscino a forma di rotolo su cui si riposa in posizione supina poggiandovi il collo. La sua funzione è la stessa del cuscino ortocervicale a doppia onda: mantenere le vertebre cervicali in leggera trazione, per alleviarne gli stati dolorosi.Il cuscino elevatore, invece, da posizionare sotto le estremità inferiori, è utile a chi soffre di problemi circolatori come pesantezza alle gambe, varici, edemi e crampi.Adatto a chi russa o a chi soffre di asma o apnee notturne, il cuscino a forma di cuneo mantiene il busto leggermente sollevato rispetto al piano orizzontale.Per la mamma in dolce attesa è stato ideato un cuscino dalla forma piuttosto originale, da posizionare sotto la pancia e da far passare tra le gambe per non creare compressioni se si riposa su un fianco.Prima di acquistare un cuscino ortopedico è opportuno consultare lo specialista che consiglierà il tipo adatto alle proprie necessità.