Pavimenti in Gres

Prima di procedere con la descrizione dei pavimenti in gres è opportuno descrivere quelle che sono le caratteristiche tecniche e di realizzazione di questo prodotto. Il gres è ottenuto dalla miscelazione di argille ceramiche, caolini, sabbia e feldspati, ridotti in polvere in modo da ottenere una polvere da compattare. La cottura avviene a una temperatura compresa tra i 1150 e i 1250 °C per circa 30 minuti. Mediante il processo di cottura e successivamente quello di raffreddamento, si ottiene un prodotto resistente alle abrasione, longevo e impermeabile. Sul mercato, in seguito all’uso di coloranti, additivi e altri trattamenti, è possibile trovare piastrelle in gres porcellanato di diverse dimensioni, colorazioni e decorazioni che lo rendono simile alla pietra, al legno e a tantissimi altri materiali.

Le caratteristiche tecniche dei pavimenti in gres porcellanato sono innumerevoli. Essi sono molto resistenti ai pesi, ... continua


Articoli su : Pavimenti in Gres


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , al calpestio, all’abrasione, all’acqua e agli agenti atmosferici, alle macchie e ai prodotti chimici. Oltre ad essi, sono molto compatti e versatili, in quanto, possono essere posati sia in ambienti interni ma anche in quelli esterni alla casa; adatti alle comuni abitazioni ma anche ai luoghi pubblici, dove occorre disporre delle piastrelle altamente resistenti. La sua versatilità è tale che, con i pavimenti in gres è possibile riprodurre le venature tipiche del marmo, il calore rustico del cotto e la bellezza del legno. I costi sono veramente accessibili a tutti, la pulizia di questi pavimenti è molto semplice, e cosa molto importante, sono in grado di soddisfare tutte le esigenze della clientela.

        Esistono innumerevoli tipologie di pavimenti in gres, le quali, non si distinguono solo per la decorazione riportata, ma anche per la tipologia di lavorazione e trattamenti a cui sono stati sottoposti in seguito alla cottura. Si possono trovare piastrelle con finitura naturale, le quali non hanno subito altri processi successivi alla cottura. Il gres con una finitura bocciardata è molto adatto per essere posato all’esterno dell’abitazione o in luoghi dove si ha una facile scivolosità. La superficie di questo prodotto è tendenzialmente ruvida e conferisce all’ambiente in cui è posato un certo tocco rustico. La finitura lappata, trattata con specifici lucidi, conferisce alle piastrelle in gres una certa lucentezza e risalta la struttura estetica dello stesso gres.

        La pulizia dei pavimenti in gres è molto semplice e solitamente è quella più comunemente praticata anche su altre tipologie di pavimentazioni. Per quanto riguarda la pulizia quotidiana, si elimina la polvere con una scopa tradizionale o con un’elettrica. Si riempie un secchio d’acqua calda alla quale miscelare un detergente non aggressivo e adatto alle piastrelle in gres porcellanato. Si fa una prima passata con il panno poco strizzato, e altre due con lo straccio ben strizzato e immerso in acqua pulita. Ogni due o tre mesi si può fare un lavaggio più igienizzante utilizzando una scopa a vapore (o vaporella). Talvolta può succedere che il pavimento si sporchi con macchie difficili da levare (nonostante si tratti di un materiale che non assorbe, può comunque capitare), basta utilizzare un prodotto adatto al tipo di macchia.