Laghetto artificiale

Laghetto artificiale da giardino

Realizzare un laghetto artificiale da giardino è molto semplice e poco dispendioso in termini di costi dei materiali.

Prima di procedere con la sua realizzazione occorre scegliere il luogo e le dimensioni dello scavo e acquistare il materiale necessario.

In seguito si pratica lo scavo che deve avere dei gradini tra un livello di profondità e l’altro, in modo tale da poter sistemare tutte le piante acquatiche in una zona ben precisa. Successivamente allo scavo si sistema un resistente telo in plastica da fissare ai bordi del laghetto con del mastice, sassi, malta e altri materiali da ancoraggio.

Si prosegue con il riempimento dello specchio d'acqua con acqua corrente e si lascia così almeno un mese in modo tale da far assestare la struttura; dopo si possono piantare le prime piantine (ninfee, fiori di loto, etc.) contenute all’interno di contenitori di plastica dura forata. Dopo il mese si possono sistemare pesci, tartarughe e altri esseri viventi.

Esempio di laghetto artificiale da giardino

Oase 50761 Laghetto Preformato, Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 170€


Come costruire un laghetto artificiale

Laghetto artificiale Prima di procedere con la descrizione su come costruire un laghetto artificiale, è bene comprendere che ci sono tre principali tecniche di realizzazione che portano alla costruzione di: uno specchio d'acuqa per la fauna selvatica, un luogo per animali oppure uno stagno da giardino.

Come per qualsiasi altra realizzazione, prima di procedere con lo scavo, è conveniente scegliere la parte del terreno più indicato all'uso.

Fatto questo, si pratica uno scavo delle dimensioni desiderate, si applica un telo in PVC molto resistente, si fissano i bordi e si riempie d’acqua.

Secondo il modello che si è scelto, occorre applicare un ossigenatore d’acqua e una pompa per il riciclo della stessa.

Alternativamente si possono mettere delle piante erbacee con il compito di ossigenare e mantenere un certo equilibrio del piccolo ecosistema del laghetto.

Lungo i bordi si possono interrare delle piante consone, come ad esempio: Bambù, Iris, Alocasia etc.

In conclusione, se lo si desidera, si possono aggiungere degli animali come piccoli pesci, carpe e altri pesci, sempre tenendo conto dell’ambiente da loro prediletto.

  • esempio di cucina Leroy Merlin Visitando il sito ufficiale è possibile consultare il catalogo Leroy Merlin on line, per conoscere le tante proposte e modelli realizzati per l'arredamento e il bricolage. Suddiviso in diverse sezioni...
  • Arredamento da giardino Ikea L'arredamento da giardino Ikea è progettato per garantire al tempo stesso comfort, funzionalità e piacevolezza estetica al miglior rapporto qualità prezzo. Ecco dunque che la casa svedese ci delizia c...
  • Barbecue Palazzetti modello capri Concepiti per fornire soluzioni pratiche e funzionali, ma anche caratterizzati da un design raffinato in grado di arredare balconi o giardini, tutti i barbecue proposti dalla Palazzetti sono dotati de...
  • Progettazione Bassin-de-jardin Prima di iniziare i lavori per la costruzione del vostro laghetto bisogna accertarsi che nel terreno sottostante non passino tubature o linee elettriche e che nel caso in cui siano presenti altri loca...

Cascata per laghetto, comprensiva di sistema di filtraggio, percorso per ruscello, filtro per laghetto, larghezza: 43 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 174,9€


Laghetto artificiale per tartarughe

Esempio di laghetto artificiale per tartarughe Se si vuole realizzare un ambiente adatto a delle tartarughe senza doverle tenere all’interno dell’abitazione, si può realizzare un laghetto artificiale nel proprio giardino.

Si comincia con lo scavare una piccola buca con una pala, il laghetto deve avere una certa profondità (circa un metro e mezzo) in modo tale da evitare che l’acqua geli durante le stagioni più fredde.

Fare in modo che una parte del lago sia in pendenza in modo tale da agevolare l’uscita dall’acqua delle tartarughe.

Dopo aver praticato lo scavo, occorre apporre un leggero strato di sabbia in modo tale da ricoprire eventuali fessure, colloca dei giornali o dei sacchi di iuta e infine un resistente telo in PVC.

Si riempie facendo in modo da non far fuoriuscire l’acqua dai bordi e infine si fissano e ritagliano i bordi del telo in eccesso, creando delle piccole isolette sulle quali potranno riposare le tartarughe.


Laghetto artificiale fai da te: accorgimenti

Esempio di laghetto artificiale Dopo aver compreso quali tecniche e quali tipi di laghetti artificiali realizzare nel proprio giardino, è conveniente seguire qualche piccolo accorgimento in modo tale da raggiungere un eccellente risultato.

Se si decide di realizzare un laghetto artificiale per pesci e tartarughe, occorre lasciar trascorrere qualche giorno prima di liberarli all’interno di esso, in modo tale da agevolare la nascita e lo sviluppo di girini, rane, e fare in modo che pH e temperatura si siano stabilizzati.

Se si decide di non disporre una pompa per il riciclo e la pulizia dell’acqua, si possono mettere a dimora dei giacinti d’acqua, i quali, permettono lo sviluppo delle alghe e tendono a mantenere pulita l’acqua.

Infine, prima di riempire lo specchio d'acqua di animali e piante, occorre sceglierli nella giusta maniera, agevolando la realizzazione di un micro-ecostistema in cui tutti possano vivere in tutta tranquillità.