Fiera mercante in fiera Parma

Nata nel 1982, questa mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo, con due edizioni annuali (primaverile e autunnale), si afferma oggi come una delle fiere di settore più prestigiose a livello europeo.

I suoi 45 mila mq di superficie espositiva, presso le Fiere di Parma, ospitano più di mille espositori provenienti sia dall’Italia che da diversi paesi europei (Francia, Inghilterra, Germania, ecc.).

Ai visitatori (50 mila per ogni edizione) si schiude un universo fatto di arredi, dipinti, argenti e oggetti rari provenienti da varie parti del mondo e dalle epoche più disparate, tutti frutto delle ricerche intraprese da esperti antiquari.

Mercante in fiera Parma è frequentata da professionisti del settore (designer, architetti, buyer delle case d’asta), da collezionisti e amanti degli oggetti insoliti, trovarobe per il cinema e semplici visitatori che vogliono fare una esperienza culturale la cui parola d’ordine sia contaminazione di generi, stili, epoche e tendenze.

Mai identica a se stessa nelle diverse edizioni, la fiera si impreziosisce di eventi collaterali, quali mostre e dibattiti, in aree dedicate all’interno dell’allestimento fieristico o in altri luoghi del territorio parmense.

Mercante in fiera Parma modernariato

Per chi non teme di collocare in bella vista nel proprio salotto un jukebox, perfettamente funzionante, la rassegna di modernariato all’interno del Mercante in fiera Parma è il luogo ideale dove lasciarsi affascinare da questi oggetti che hanno segnato un epoca.

In perfette condizioni merceologiche, gli articoli in mostra sono numerosissimi e vari.

Ampiamente rappresentato è il design italiano degli anni cinquanta con i suoi mobili di fattura lineare, lampade da terra e da tavolo dalle geometrie regolari, gioielli e bijoux straordinari.

Molteplici sono i complementi d’arredo tipici dell’Art Deco di produzione francese, così come possono trovarsi sculture, arazzi e dipinti d’autore.

Grazie alla presenza dei giocattoli d’epoca, fare visitare la fiera anche ai bambini può diventare una bella occasione per spiegare loro come ci si divertiva in tempi meno tecnologici di questi.

Nella sezione modernariato della fiera, inoltre, ampio spazio è dedicato al vintage.

Ci si può imbattere in originali accessori e abiti Chanel, nelle prime produzioni Gucci, in decorati foulard Hermes e ci si può fare spiegare dagli espositori come distinguere l’originale valigeria Yves Saint Laurent dai falsi in commercio.

Mercante in fiera Parma antichità

Nella sezione antichità si può dire che tutte le epoche siano rappresentate: dall’antichità greca ed egizia al medioevo, dal fiorente rinascimento fino ai primi del novecento.

Si possono trovare dipinti e icone, ceramiche e porcellane, pezzi di alta ebanisteria, gioielli e cristallerie, arazzi e statue, nonché ogni tipo di complemento d’arredo: dal semplice comò alle credenze intarsiate d’avorio, dal battistero in legno del XVII secolo alla maschera di un sarcofago egizio, dalla cassa musicale con carillon al Pianoforte dorato Schimmel.

Frequentata da esperti antiquari provenienti da tutte le parti del mondo, si configura come un’occasione imperdibile anche per semplici visitatori che vogliano arricchire la propria casa con un oggetto particolare.

Vale la pena ricordare che i pezzi in esposizione nella sezione antichità sono tutti di qualità garantita e certificata.

Inoltre, all’interno del Mercante in fiera Parma è stato istituito un servizio gratuito dove un esperto restauratore valuta e controlla eventuali oggetti che il visitatore intende acquistare o che semplicemente ha ritrovato in soffitta, desideroso di stabilirne l’epoca di produzione, lo stile e naturalmente il possibile valore di mercato.

Mercante in fiera Parma collezionismo

Che si collezionino sigilli di tutte le epoche o litografie originali d’autore, bambole Barbie o fumetti d’epoca, questa kermesse internazionale offre a piccoli e grandi collezionisti una importante opportunità per ampliare la propria collezione o per indirizzare la propria piccola ossessione verso nuovi orizzonti.

Sempre più spesso, infatti, vengono ricercati oggetti capaci di raccontare una loro storia o che abbiano un qualche potere evocativo per chi li possiede, indipendentemente dal loro valore di mercato.  Gli espositori potranno quindi indirizzare il collezionista verso piazze più idonee alla propria ricerca, nel caso in cui non si fosse scovato il pezzo giusto, o metterlo in contatto con altri collezionisti per scambi proficui.

Non è infrequente poi che, gironzolando tra gli stand, ci si appassioni a un qualche pezzo stravagante e originale capace di sollecitare l’irresistibile desiderio di collezionarne altri.

Invece, per i collezionisti di auto d’epoca, nell’edizione autunnale, il Mercante in fiera Parma struttura una sezione, denominata Mercanteinauto, dedicata alle auto e moto d’epoca, dove è possibile reperire ricambi e accessori da collezione.

Una vetrina con oltre 100 espositori in 9 mila mq dedicati.

Mercante in fiera eventi

Consapevole dell’elevato valore culturale attribuibile all’evento fieristico, lo staff organizzativo di mercante in fiera parma, tutto al femminile, allestisce per ogni edizione alcune mostre ed eventi (dibattiti e workshop) volti ad approfondire e in determinati casi ad ampliare i diversi ambiti fieristici.

Una strategia che, oltre a mettere in atto importanti sinergie con altri soggetti pubblici e privati del comparto, consente di interagire e coinvolgere l’intero territorio parmense.

Gli eventi, infatti, vengono ospitati non solo nei padiglioni delle Fiere di Parma, ma anche in prestigiose location esterne.

Negli anni le mostre collaterali hanno spaziato dall’arte africana al bijoux italiano d’autore, dall’automobilismo da collezione ai costumi originali utilizzati per gli spettacoli lirici dell’Arena di Verona, dalla pittura a tema alla fotografia d’autore.

Nelle scorse edizioni è stato istituito il premio Mercanteinfiera, assegnato, di volta in volta, non solo ai grandi nomi dell’arte e del design, ma anche a quanti, seppure meno noti, hanno concorso significativamente alla cultura italiana ed europea dell’ultimo ventennio e, non ultimo per importanza, a giovani emergenti ricchi di passione e talento.

Mercante in fiera biglietti

I biglietti, per accedere al Mercante in fiera Parma, possono essere acquistati presso le tabaccherie della città, direttamente in fiera presso i punti info oppure online.

Il prezzo dei biglietti (giornalieri per persona) è di 10 euro e di 8 euro se comprati online.

Per gli architetti in possesso di tesserino il biglietto avrà un costo di 7 euro, mentre i ragazzi potranno entrare gratuitamente, ma solo se accompagnati da un adulto.

L’ente fiera, in più, predispone apposite convenzioni, con riviste di prestigio del settore, enti pubblici e privati, che prevedono specifiche riduzioni sul prezzo d’ingresso.

Per agevolare la mobilità all’interno del quartiere fieristico, le persone portatrici di handicap possono fruire gratuitamente di carrozzine manuali oppure affittare mobility scooter (15 euro per mezza giornata/ 20 euro per la giornata intera) direttamente agli ingressi della fiera.

Si consiglia, tuttavia, la prenotazione online al sito dedicato.

La fiera, con orari al pubblico che vanno dalle 10.00 alle 19.00, è facilmente raggiungibile con bus navetta dal centro città, in auto dall’autostrada A1, in treno, ma anche in aereo, infatti, l’aeroporto Giuseppe Verdi di Parma è adiacente alla struttura fieristica.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche