Sei un'azienda? Contattaci!

Le finestre occupano un posto di grande importanza nella scelta delle finiture di una nuova casa o nella ristrutturazione di una vecchia. Sono essenziali per I diversi materiali delle finestre disponibili sul mercato permettono un'ampia scelta in grado di assecondare e incontrare i bisogni di quasi ogni necessità. Potrebbe essere il bisogno di finiture particolari per accordarsi ad un arredamento moderno o classico, potrebbe essere la richiesta di serramenti particolarmente isolanti (rumore o calore) o potrebbe essere la necessità di misure non standard: l'offerta a disposizione del consumatore è davvero vasta e in grado di assecondare tutte queste richieste. Le finestre in commercio si differenziano principalmente per i materiali impiegati nella costruzione dei telai. I più diffusi sono PVC, legno o alluminio. La scelta, però, si complica perché esistono, e sono piuttosto vantaggiosi, anche serramenti in materiale misto: legno-alluminio o alluminio-legno, ad esempio. Ognuno di questi materiali contribuisce a dare alle finestre caratteristiche specifiche di resistenza alle intemperie o al passare del tempo, particolari doti di coibentazione o permetterà particolari finiture estetiche. Il PVC è un particolare materiale plastico, tra le più utilizzate nell'industria dell'arredamento e dei serramenti. Le finestre in PVC sono costruite con telai particolari in grado di assicurare un ottimo isolamento termico e dai rumori dell'esterno. Essendo materiale plastico sia all'interno sia all'esterno le finestre in questo materiale non richiedono particolari interventi di manutenzione mantenendo l'aspetto originario per un buon periodo di tempo. Non solo, essendo un materiale plastico così diffuso e di lungo utilizzo il mercato è in grado di offrire molte soluzioni differenti e proposte con design anche molto diversi: da finestre a imitazione dei più classici serramenti alle forme più innovative, magari realizzate su misura. La caratteristica che distingue il PVC da tutti gli altri materiali, comunque, è l'elevatissimo potere isolante a cui si è accennato. Installare finestre con telai plastici permetterà di ammortizzare la spesa grazie ad un risparmio consistente sulle bollette energetiche. Questa opzione, è inoltre consigliata in caso di vicinanza a strade trafficate: l'indice di fonoassorbenza è generalmente molto elevato in quasi tutti i modelli. Le finestre in legno utilizzano uno dei materiali da costruzione più antichi e diffusi al mondo. Sono molti i vantaggi da sfruttare scegliendo questo tipo di infissi. Il primo è certamente estetico: diverse sono le finiture possibili e, perciò le case a cui si potranno adattare le finestre in legno, è chiaro, però, che in alcuni casi (baite e abitazioni in montagna, campagna) questo tipo di infissi saranno la scelta da privilegiare per completare l'arredamento con uno stile adeguato e a tono. Se si pensa ad ambienti con condizioni climatiche problematiche, come ad esempio quelle connesse alle basse temperature delle altitudini elevate, il legno potrà essere una valida scelta. Con le giuste precauzioni e la corretta manutenzione, infatti, il legno assicura durate eccezionali unite ad una notevole capacità di servire da isolante termico. Quest'ultima caratteristica naturale è stata recentemente amplificata grazie ad alcune innovazioni tecnologiche e costruttive come inserti di materiale isolante ecologico o intercapedini appositamente create. Le finestre in materiali misti sono attualmente l'opzione più richiesta e più diffusa nel mercato di fascia medio-alta. I serramenti così costruiti, infatti, uniscono i pregi dei materiali migliori per ottenere finestre particolarmente isolanti dai rumori esterni e con una ottima capacità di trattenere il calore della casa e, allo stesso tempo, proteggere dal freddo invernale o dal sole estivo. Tra le migliori sono, certamente, le finestre composte da legno e alluminio. Bisogna prestare attenzione perché l'ordine con cui i componenti sono elencati stabilisce se la parte esterna sarà composta dall'uno o dall'altro materiale. Generalmente la configurazione migliore è quella che assicura all'esterno la durata dell'alluminio e, verso l'interno della casa, il calore e il design del legno. L'esterno, in questo modo, sarà esente da ogni rischio di corrosione, usura o danneggiamento legato agli agenti atmosferici, ma saranno finestre ugualmente belle da vedere, ottime per un arredo caldo e tradizionale, e strutturalmente efficaci nella coibentazione complessiva dell'abitazione.