Forni Franke

Franke è un nome noto nel panorama degli elettrodomestici a livello professionale tuttavia riveste un ruolo di assoluta importanza nel campo dei sistemi di cottura casalinghi e non solo. Grazie ad una qualità indiscutibile, Franke è un brand ambito da chi di elettrodomestici se ne intende.

Scopri il primo microonde freestanding Kitchenaid

Il primo forno a microonde freestanding Kitchenaid è stato prodotto in edizione limitata ed è un elettrodomestico tecnologicamente evoluto che può sostituire in toto un forno tradizionale.

Forno Gentle Steam Hotpoint: scopri perché è rivoluzionario

Il forno a vapore multifunzione da incasso Gentle Steam di Hotpoint unisce i pregi della cottura a vapore alle funzionalità tipiche dei forni tradizionali: ecco tutto quello che devi sapere!

Sai quali sono le virtù del forno Twelix Artisan Kitchenaid?

Con il forno mulifunzione Twelix Artisan Kitchenaid è possibile cuocere cibi diversi su 3 livelli, combinare differenti modalità di cottura e scegliere fra 34 funzioni: cosa aspetti a leggere questa guida?

Forno Watch&Touch di Candy: per chi ama sorprendersi

Il forno Watch&Touch di Candy è interamente Touch, ha una telecamera HD integrata, si può gestire anche da remoto tramite un'App e riserva tante altre sorprese. Scoprilo insieme a noi!

Forno Dialog Oven di Miele: il primo che “parla” con il cibo

Il forno Dialog Oven di Miele con tecnologia M Chef sfrutta le onde elettromagnetiche e cuoce perfettamente diverse pietanze nello stesso tempo: ti spieghiamo come funziona e quali vantaggi offre.

Forno Dual Cook Flex by Samsung: 2 porte, tanta comodità

Il forno Dual Cook Flex di Samsung è dotato di due porte, può essere utilizzato nella sua interezza o come se si trattasse di due apparecchi completamente separati. Clicca qua per trovare tutte le informazioni!

Microonde LG Neochef: per chi ama le tecnologie più innovative

Forni a microonde LG Neochef con tecnologia Smart Inverter: come funzionano, quali sono tutte le caratteristiche principali, in cosa si differenziano dai modelli standard e quanto costano.

Forni elettrici

I forni elettrici sono degli elettrodomestici che stanno acquisendo sempre più successo.Ne esistono vari tipi come quelli ventilati o quelli per la pizza. Quando si effettua la scelta di questo elettrodomestico è bene conoscere i brand migliori e le tipologie di forno disponibili sul mercato.

Estetica, prestazioni o tutt'e due? Il mercato dei forni da cucina offre molti prodotti diversi per caratteristiche e ingombro, sarà utile una panoramica sulle diverse possibilità.La prima caratteristica da valutare riguarda lo spazio destinato al forno in cucina: andrà incassato in un mobile? Ha dimensioni obbligate a causa dell'arredamento? Esistono già i fornelli? Nel primo caso la soluzione più diffusa e semplice è quella di scegliere un forno elettrico da incasso: sono forni progettati appositamente per essere installati all'interno di un vano, solitamente, previsto all'interno del mobile della cucina.

Se la necessità fosse, invece, quella di acquistare forno e fornelli sarà necessario valutare quale scegliere tra i numerosi forni freestanding (forno e piano cottura superiore) presenti sul mercato.

Ciascuna soluzione presenta vantaggi e criticità da valutare.

I forni da incasso, ad esempio, permettono una facile pulizia, assicurano un'ottima visibilità interna e presentano un minor rischio di scottature.

I forni elettrici sono progettati in diverse dimensioni così da adattarsi alle piccole cucine moderne o ai mobili ad incasso di differenti design.

Allo stesso tempo, le cucine economiche sono splendidi elementi di arredamento, ma di faticosa gestione nelle stagioni più calde.Dal punto di vista tecnico, la prima scelta da compiere è quella tra un forno ventilato ed uno statico.

Nel forno ventilato una ventola viene azionata all'accensione: in questo modo il calore è distribuito in modo uniforme in tutto il forno e assicurerà in cottura una cottura omogenea anche in caso di più preparazioni presenti simultaneamente. La possibilità di preparare allo stesso tempo diverse pietanze consente, inoltre, un consistente risparmio energetico anche se è necessario, spesso, prestare attenzione o adattare le ricette a questa forma di cottura: il rischio è quello di asciugare i cibi o cuocerli eccessivamente.

I forni elettrici presenti sul mercato, proprio per questo motivo, sono per lo più multifunzione.

In questo modo è possibile selezionare differenti modalità di cottura per adattare al meglio il piatto in preparazione con la soluzione più consona.

Le funzioni comunemente presenti sono: grill (calore diretto da una resistenza posizionata nella parte alta del forno), barbecue (spiedo in dotazione e doratura della carne simile a quella ottenuta in rosticceria), pizza (alte temperature con calore proveniente dal fondo).

La scelta del forno giusto non dipende solo dal design o dalle possibilità di cottura: è fondamentale valutare attentamente la classe energetica.

La classe assegnata ai forni è stabilita da alcune tabelle suddivise sulla base del volume del forno: i dati presenti mettono in relazione 100 cicli di cottura con il consumo annuale di energia richiesto.

E' chiaro, allora, il risparmio quasi immediato ottenuto dalla scelta di un elettrodomestico di classe A (comprensiva delle sotto categorie A+, A++).

Il costo è mediamente superiore, ma la spesa sostenuta è ammortizzata rapidamente con il risparmio sulle bollette energetiche.

Si possono, inoltre, seguire alcuni semplici accorgimenti: la funzione di preriscaldamento, ad esempio, dovrebbe essere utilizzata poco frequentemente (sono necessarie grandi quantità di energia per ottenere alte temperature in poco tempo).

Bisogna prestare molta attenzione anche alla pulizia da effettuare dopo ogni utilizzo e accuratamente.

I residui di cibo possono, infatti, compromettere l'efficienza e, di conseguenza, il rendimento energetico del forno. Se la pulizia del forno rappresenta un fattore essenziale sono solo per la sua durata, ma anche per la corretta efficienza energetica sarà utile affrontare i modi migliori di effettuare una routine di manutenzione.

Le condizioni dell'interno dipendono essenzialmente dai cibi cucinati: è da notare che i grassi sono in grado di diffondersi in cottura e rischiano, se non puliti rapidamente, di intaccare seriamente anche i forni migliori.

Esistono diversi prodotti specifici in commercio da utilizzare con sicurezza e senza il rischio di danneggiare le superfici esposte.

Alcuni metodi naturali, tuttavia, permettono risultati analoghi con un minore impatto ambientale.

L'aceto, ad esempio, è ottimo, economico e totalmente naturale.

Si potrà utilizzare in soluzione con acqua (1:2) o, in casi particolarmente ostinati, in purezza.

Una tecnica piuttosto semplice consiste nel riscaldare il forno, così da ammorbidire le incrostazioni, e intervenire allora con uno spruzzatore riempito della soluzione di acqua e aceto, avendo l'accortezza di utilizzare esclusivamente un panno morbido e di aver, naturalmente, spento il forno.