Le regole dell'arredare moderno

Quando si parla di design a volte vengono alla mente tendenze casa austere e grigie: superfici levigate, maniglie ridotte a moncherini, armadi dal design sin troppo lineare, cucine che sembrano il pannello comandi di un'astronave minimalista.

In effetti per arredare moderno, il contrasto tra superfici lucide ed opache, tra legno e acciaio, tra linee tese e curve sinuose sembrano esaurire tutto il bagaglio contemporaneo dello stile disponibile.

Così non è, e a ben guardare l'Italia è forse il paese nel mondo che può vantare il maggior numero di marchi operanti nel settore dell'arredo casa di assoluta eccellenza.

La scelta quindi, non manca affatto: semmai è il budget a dovervi preoccupare.

Le cose belle, si sa, costano denaro.

A volte parecchio.

Eppure un sistema per mediare il bello con il possibile esiste, e senza necessariamente rivolgersi alle grandi catene del fai da te.

Vediamo quali sono le soluzioni più praticabili per chi ha tanta voglia di far bella figura con gli amici.

Arredare la zona giorno

Karup è un produttore di arredi per la casa dal design geniale e dal prezzo piuttosto conveniente.

Un esempio sono la poltrona Nest dai colori sgargianti e dal design molto modern-freak, oppure il divano letto Beat, che combina egregiamente funzionalità e stile unico.

Anche la poltrona Figo 70 di Karup, magari in versione verde pistacchio, non potrà non farsi notare all'interno di un salone minimal e dai toni grigi.

Eh sì, perché a volte basta un tocco di colore per vivacizzare un ambiente casa che appare un po' troppo "smorto".

Per chi è intenzionato a spendere un po' di più, magari vale la pena di concentrarsi sul divano.

Il Lacoon, progettato da Jai Jalan, ad esempio, forma un'isola capace di arredare da sola un intero ambiente con toni moderni eppure caldi.

Nato nel 1980 in Canada da genitori indiani, Jai Jalan è uno degli astri nascenti del design.

Affrettatevi ad accaparrarvi un suo pezzo adatto per arredare moderno prima che sia troppo tardi.

Arredare la zona notte

Il letto: grande comodità e grande cruccio in termini di arredamento.

Meglio valorizzarlo che lasciarlo a se stesso, specie se l'ambiente è troppo piccolo.

Il letto Stones di Noctis, ad esempio, trasferisce un design preso dalla natura (che riproduce pietre accatastate una sull'altra) sulla spalliera, creando un effetto moderno e naturale al tempo stesso.

Il CU.BED di Polzan, disegnato da Francesca Paduano, è invece perfetto per i grandi ambienti: una struttura imponente e quasi futuribile, capace di ricordarci più un'opera d'arte moderna che un semplice letto per...dormirci su.

Per chi non disponesse di grandi capitali, i letti bassi in stile giapponese (denominato "futon") sono disponibili oramai anche nelle grandi catene di mobili e fanno sempre la loro figura.

Magari non sono comodissimi per scendere e salire...ma ci si abitua a tutto, no?

Arredare la cucina

La cucina è un luogo ove trascorriamo più tempo di quanto non si pensi: perché allora non scegliere mobili ed elettrodomestici di qualità e di carattere, magari attingendo all'ampio catalogo delle marche italiane.

Franke, ad esempio, è uno dei nomi che contano in fatto di piani cottura, elettrodomestici ed arredo cucina italiano.

Superfici modernissime e levigate, total black, grigio metallo e tecnologie sempre all'avanguardia per una cucina anzitutto funzionale, ma anche assolutamente bella.

Una cappa aspirante, per chi può pemetterselo, è un grande elemento di arredo in questo ambiente: Faber le produce da 50 anni e le commercializza in infinite versioni, con prezzi che partono da cinquanta euro e schizzano sino a tremila euro, in base ai vostri più segreti desideri.

Infine il design e la qualità italiana: Gatto cucine, ad esempio, se cercate una cucina componibile di assoluta affidbailità e bellezza.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche