Cucina open space

La cucina open space è ideale sia in ambienti di grandi dimensioni, sia in quelli piccoli.

Soprattutto in questo ultimo caso si rivela una sistemazione ideale per conferire un aspetto più ampio e ottimizzare la metratura disponibile.

La cucina open space è abbinata al soggiorno, si renderà così unica l'area living e arredare l'intero spazio sarà più semplice di quel che si possa pensare.

Infatti gli interior designer sostengono che la cosa più importante sia scegliere lo stile giusto, da mantenere in entrambi gli ambienti giorno che verranno uniti.

Non solo, fondamentale sarà la scelta dei colori d'arredo e del modello di cucina: le aziende produttrici offrono infinite versioni ideali per arredare qualsiasi ambiente.

I modelli disponibili possono essere a "U", cioè con penisola che solitamente non occupa tantissimo spazio: scelta ideale per stanze piccole.

Esistono cucine a penisola o con isola, scenografiche e perfette per l'area living open space.

Chi dispone di un più ampio spazio può trovare interessante anche la tradizionale versione lineare a parete.

Sfruttando poi accessori pendant e luci calde, la cucina open space sarà perfetta.

In foto: Cucina Lube

Progetti open space

Per chi cerca progetti open space, la scelta migliore è rivolgersi a dei professionisti come architetti, interior designer e mobilieri.

Se si vorrà farsi un'idea preliminare, o cercare qualche spunto da sottoporre poi ai progettisti, è bene sfogliare le riviste, cercare esempi sul web o visitare esposizioni e fiere dedicate all'arredamento.

Sono infinite le soluzioni e i progetti realizzabili, ogni ambiente infatti è unico e può essere personalizzato a piacere, seguendo semplici regole spaziali e di fruibilità, estetiche e di buon gusto.

I maggiori progetti di open space riguardano l'unione della cucina e del soggiorno, considerata l'area living per eccellenza e capace di dare notevoli vantaggi e grande impatto scenografico.

Per avere una progettazione su misura e lowcost, è anche possibile rivolgersi a professionisti che offrono il servizio online, cioè per corrispondenza.

Si forniscono tutte le misure, eventuali richieste e arredi preferiti e si riceverà un autentico progetto via mail, in poco tempo e completo di tutto.

Qualunque sia la scelta d'arredo, l'importante è farsi seguire da professionisti del settore e rispettare le norme di abitabilità.

Loft open space

Il loft open space è una soluzione abitativa molto scenografica, ideale per i single o le coppie giovani.

È necessario però distinguere il loft dall'open space, questi infatti sono due ambienti diversi: il primo è uno spazio ampio spesso industriale trasformato in abitazione, mentre il secondo è uno spazio che presenta locali uniti tra loro e non suddivisi da pareti.

Arredare uno spazio notevole senza suddividerlo in varie stanze, darà la sensazione che la casa sia ancora più ampia e sicuramente abitare in un appartamento del genere è il sogno di molti.

Il loft inoltre ha la caratteristica di avere soffitti molto alti, sfruttabili per la realizzazione di soppalchi e daranno un aspetto ancora più dinamico e scenografico all'ambiente.

Ogni loft può essere creato con qualsiasi stile d'arredo, quello industry è il più vicino all'identità propria del loft, nato appunto da una fabbrica.

Seguendo la propria ispirazione e il proprio gusto, mantenendolo in tutti gli angoli della casa, sarà possibile personalizzare e rendere accogliente anche uno spazio apparentemente libero e non definito in stanze.

Case open space

Le case open space sono un'idea originale e ideale per chi vuole un ambiente domestico arioso e non suddiviso da pareti.

Secondo le leggi vigenti solamente il bagno è indispensabile murare e rendere autonomo dalle altre stanze, cosicché anche un ambiente piccolo possa sembrare più ampio e fruibile.

Questa idea d'arredo è perfetta soprattutto per i giovani, per i single o per le giovani coppie, mentre per le famiglie è sconsigliato perché appunto manca una suddivisione che conceda maggiore privacy ai suoi membri.

Secondo l'immaginario comune, le case open space sono costose, arredate con mobili e complementi lussuosi e non alla portata di tutti.

In realtà non è così, è possibile progettare un'abitazione di questo tipo anche con arredi lowcost o riciclati, basti pensare a quelli realizzati con i pallet.

Rivolgendosi a professionisti esperti e creativi, si potrà avere una progettazione personalizzata, rispettando il proprio personale budget e ottimizzare l'area e utilizzando gli arredi più idonei.

Per capire di cosa si tratta e come sono suddivise le case open space senza muri, si possono sfogliare le riviste di settore o vari siti web.

Ambienti open space

Gli ambienti open space sono caratterizzati da uno spazio unico, non suddiviso da pareti, ma da strutture mobili.

Negli appartamenti ad esempio, secondo le leggi vigenti è indispensabile separare il bagno dal resto dell'ambiente, mentre tutte le altre stanze possono essere comunicanti e non murate.

Tra gli ambienti più comuni si trovano i monolocali, che sfruttano questa ariosità per ottimizzare il poco spazio a disposizione.

Una delle più apprezzate case di questo tipo è sicuramente il loft, derivato da vecchi edifici industriali, fabbriche e anche da vecchi cascinali.

Come per ogni tradizionale appartamento, anche nell'open space sono evidenziate tre zone principali: quella giorno, quella dedicata alla preparazione e consumo dei cibi e quella notte, ovviamente è presente il bagno.

Quest'ultimo può essere realizzato anche senza finestra, ma solo se la metratura dell'appartamento è davvero ridotta e inferiore ad un determinato numero di metri quadrati.

Esteticamente gli ambienti hanno un fascino innegabile, ricordano le case lussuose viste nei film e danno un senso di libertà e dinamicità particolare.

Consigli

Per realizzare un perfetto open space è bene chiedere sempre consigli a dei professionisti.

Ogni appartamento infatti mostra potenzialità e vincoli differenti, che solo un esperto del mestiere potrà evidenziare e sfruttare per creare un ambiente unico, fruibile e pratico.

Anche le aziende produttrici di mobili potranno aiutare il cliente nella progettazione, suggerendo gli arredi migliori e ideali per lo spazio in questione.

Tra i consigli degli interior designer riguardo l'arredo di un open space ad hoc, viene sottolineata l'importanza della scelta dei colori: non più di tre e neutri.

Utilizzare infatti più nuance creerebbe confusione e si potrebbe avvertire la sensazione di "rimpicciolimento", mentre invece questo tipo di ambiente è volto all'ariosità.

Da prediligere quindi le tonalità chiare, neutre come i beige, i grigi, ai quali aggiungere tocchi di colore anche molto vivaci ma ben dosati, magari attraverso l'utilizzo di alcuni accessori.

Tappeti, lampade, cuscini, oggettistica varia sono ideali per vivacizzare e rendere anche stravagante l'ambiente, perfetti sono gli arredi dal design iconico, la luce invece è bene sia calda.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche