Sei un'azienda? Contattaci!
  • Composizione con mobili sospesi

Mobili per bagno sospesi

In questi ultimi anni si è molto diffusa la moda dei mobili sospesi, cioè appesi al muro, senza alcuna gamba o appoggio al pavimento. Sono soprattutto mobili per il bagno anche se se ne trovano anche per il living. L'aspetto positivo è che permettono una pulizia più facile e veloce, non creano angoli dove si annida lo sporco. Oltre naturalmente all'aspetto estetico. Di linee pulite, essenziali danno un'impressione di leggerezza. L'aspetto negativo è rappresentato dalle dimensioni, di solito ridotte: invece di un'altezza standard di 86/90 cm dei mobili a pavimento, quella dei mobili sospesi non supera i 60 cm. Se poi hanno anche un lavabo appoggiato, si riduce ancora. Risultano molto adatti a piccoli bagni. Il mobile base è composto da ante o cassettoni, ma se lo spazio lo consente si possono arricchire di mensole, colonne, pensili, in modo da creare una piccola parete attrezzata. Lo stile è il più delle volte minimalista, ma non mancano le proposte di mobili curvi, con linee sinuose. Sono prodotti in materiali diversi, a volte coloratissimi, laccati lucidi. Molto belli quelli in legno con spesso piano d'appoggio.

  • Mobile a terra con zoccolo ideagroup

Mobili per bagno a terra

I mobili bagno a terra sono considerati più classici, ma anche qui non mancano le proposte moderne. Ce ne sono di due tipi: quelli che appoggiano del tutto sul pavimento e altri che appoggiano su gambe per agevolare una più agevole pulizia. Nel primo caso lo zoccolo è rientrato di alcuni cm rispetto al resto del mobile per permettere di avvicinarsi di più al lavabo senza l'ingombro dei piedi. Hanno una altezza e quindi una capienza maggiore rispetto a quelli sospesi. Quello a terra di solito è un mobile che sta sotto il lavabo; oppure il lavabo si integra in modi diversi nel mobile. Se il lavello è incassato e il mobile lo avvolge, si riesce a utilizzare anche lo spazio sotto il lavabo, che se pur ridotto può servire per esempio per i detersivi. Nella versione più classica è composto da una o due colonne, con ante o cassetti è sormontato da specchio incorniciato tra due pensili. È realizzato in legno verniciato o laccato con prodotti idrorepellenti. Spesso viene prodotto in multistrato marino un compensato resistente all'acqua. Molto usati anche i laminati.

  • Lavabi da appoggio Amalfi

Lavabo per mobili bagno

I lavabo da abbinare ai mobili per bagno sono di diversi tipi. I più tipici sono quelli appoggiati su una colonna in ceramica, in questo caso il mobile può solo essere affiancato al lavabo. Il lavabo ad incasso invece è incluso nel top. Può appoggiare con il bordo sul top, in questo caso si chiama incasso soprapiano, oppure essere a filo o sotto il top, in questo caso è sottopiano, soluzione preferibile per evitare accumuli di sporco lungo i bordi. Il mobile è costruito attorno e sotto al lavabo, ospita e nasconde gli scarichi. Deve però essere profondo almeno 50 cm. Nel caso del lavabo a semi incasso, una parte sporge oltre il mobile, con il vantaggio di poter avere un mobile più stretto. Attuali, in materiali tecnici tipo corian, sono i lavabo modellati nel top. Molto belli quelli da appoggio, tendenza che si sta affermando sempre di più. Possono essere di ceramica, di pietra, di vetro, quadrati, rettangolari, tondi o semplici catini in rame. Per averli ad un'altezza comoda però il piano d'appoggio deve essere piazzato abbastanza in basso.

  • Rubinetto a cascata per bagno

Rubinetterie per mobili bagno

Rubinetti o miscelatori? I miscelatori sono l'evoluzione dei rubinetti. Mescolano acqua calda e fredda alla temperatura desiderata e regolano il flusso dell'acqua. Quando sono usciti ( il primo chiamato Zetamix fu prodotto in Italia nel 1975 dalla Zucchetti), si pensò che potessero sostituire i vecchi rubinetti, ma tendenze retrò, gusto per il vintage hanno mantenuto il mercato dei rubinetti. I quali, proposti in linee disparate, rimangono un'opzione validissima. Per quanto riguarda i miscelatori dei mobili per bagno bisogna sapere che se la pressione dell'acqua è bassa, la temperatura può variare. Per questo nelle docce si usano i miscelatori termostatici, che mantengono fissa la temperatura. Particolari sono quelli che hanno una luce led integrata; grazie a un sensore cambia colore a seconda della temperatura dell'acqua. Suggestivi quelli a cascata, con bocca di erogazione aperta che lascia scorrere l'acqua a vista dando l'idea di una piccola cascata, spesso con parti in vetro per aumentare l'effetto. Se il lavabo non ha il foro di montaggio, o si è scelto un lavabo da appoggio, si può optare per miscelatori da appoggio, progettati con una bocca più alta.

Leggi anche:

Sfoglia i cataloghi: