Modello 730

modello 730 integrativo

Il modello 730 integrativo è quel modello che viene utilizzato per andare a correggere un 730 ordinario regolarmente presentato all'Agenzia delle Entrate entro le scadenze stabilite per l'anno in corso.

Il 730 integrativo permette di intervenire su qualsiasi tipo di errore intercorso in fase di redazione della dichiarazione dei redditi.

Si può andare a recuperare ad esempio un maggior credito emerso dalla documentazione in possesso del contribuente, così come si possono andare a correggere dati anagrafici o dati errati inseriti nelle rendite degli immobili.

Ovviamente, allo stesso modo del 730 ordinario, anche il 730 integrativo ha una sua scadenza, che viene stabilita di anno in anno e che di norma cade sempre nel mese di ottobre.

La presentazione può essere effettuata tranquillamente tramite Caf e il consiglio è quello di rivolgersi sempre allo stesso intermediario che ha curato anche il primo invio.

Se con la presentazione del 730 integrativo va a modificarsi l'importo del credito che il contribuente dovrà vedersi rimborsato, egli si vedrà riconosciuta tale differenza direttamente sulla busta paga o sulla pensione del mese di dicembre.

modello 730 precompilato

Il modello 730 precompilato rappresenta la nuova modalità di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Chiunque ha la possibilità di accedere alla propria dichiarazione online.

I passaggi sono infatti piuttosto semplici, ma occorre possedere i codici personali di accesso all'area riservata.

Si può entrare sia dal portale dell'Agenzia delle Entrate che dal sito internet dell'Inps.

Quest'ultima strada prevede il possesso di apposito pin che viene rilasciato direttamente dall'ente su richiesta dell'interessato e che deve essere da quest'ultimo modificato al primo accesso e poi una volta ogni sei mesi.

Una volta effettuato l'accesso, si può aprire il proprio modello precompilato e si può procedere con il controllo dello stesso, verificando che siano state inserite correttamente le spese sostenute e i dati relativi ai redditi percepiti nel corso dell'anno precedente.

A questo punto si potrà decidere se andare ad apportare delle modifiche, prendendosi tutte le responsabilità del caso, o se confermare la dichiarazione così com'è e inviarla all'Agenzia delle Entrate.

modello 730 editabile

Il modello 730 editabile viene messo a disposizione ogni anno sul sito dell'Agenzia delle Entrate e può essere liberamente utilizzato da tutti i contribuenti.

Ma di cosa si tratta esattamente e in che modo esso può tornare utile ai cittadini? Accedendo alla pagina dedicata sul portale dell'AdE, si trova il modello 730 editabile da scaricare in formato pdf.

È un modello che viene fornito in bianco a tutti coloro che hanno intenzione di procedere autonomamente con la compilazione, senza utilizzare il canale online del 730 precompilato.

Il modello editabile può essere per l'appunto compilato direttamente a schermo, per poi procedere con la stampa dello stesso.

La presentazione deve essere effettuata presso un ufficio competente, dunque un Caf o un commercialista.

Naturalmente per procedere con la compilazione del 730 editabile occorre essere certi che i dati che si stanno inserendo siano corretti perché, come viene anche specificato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, il controllo delle informazioni è completamente a carico del contribuente, che si assume ogni responsabilità per quanto va a scrivere.

istruzioni modello 730

Le istruzioni del modello 730 si possono trovare direttamente online, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, oppure possono essere richieste presso i Caf.

Gli uffici abilitati alla trasmissione delle dichiarazioni, infatti, sono in possesso anche di tutte le informazioni utili per la compilazione e conoscono ogni novità che viene introdotta di anno in anno.

Le istruzioni per la compilazione del modello 730 vanno lette soprattutto per quanto riguarda la sezione delle spese da detrarre, sempre molto corposa perché comprende diversi campi specifici che vanno ben distinti.

Qui è importante non sbagliare e inserire correttamente gli importi e le tipologie di spese sostenute.

Non tutti sanno ad esempio che si possono portare in detrazione non solo le spese mediche ma anche quelle sostenute per la cura degli animali o per le attività sportive dei propri figli.

Altre istruzioni da leggere attentamente sono quelle relative alle spese sostenute per la propria abitazione principale, come lavori di ristrutturazione, installazione di impianti fotovoltaici, che possono essere tutte detratte in sede di dichiarazione dei redditi.

modello 730 scadenza

La scadenza del modello 730 viene stabilita ogni anno e si fissano normalmente due date, che cadono entrambe nel mese di luglio.

La prima è la scadenza ufficiale da prendere in considerazione, quella entro la quale occorre effettuare la presentazione della dichiarazione all'Agenzia delle Entrate.

La seconda data viene di solito fissata per venire incontro a due categorie di contribuenti.

Da una parte ci sono coloro che hanno deciso di presentare il 730 precompilato e che ricevono così una sorta di proroga per l'invio della dichiarazione online.

Dall'altra ci sono i Caf e i professionisti abilitati che, data la grande mole di lavoro da gestire, necessitano per forza di cose di una piccola proroga.

Si stabilisce così che entro questa seconda scadenza i Caf possano inviare un ulteriore 20% di 730 rispetto a quelli già inviati all'Agenzia delle Entrate.

Abbiamo già visto inoltre come a queste due scadenze importanti si debba aggiungere quella relativa alla presentazione del 730 precompilato, che cade invece nel mese di ottobre.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche