Voltura enel

Voltura ENEL: cos’è

La voltura ENEL è un termine indicato per il passaggio del contratto di fornitura di luce e/o gas da un cliente a un altro, senza interrompere l’erogazione di gas o energia elettrica.

La voltura richiede un iter di una certa lunghezza ma non è per niente complesso.

Dopo aver analizzato le offerte proposte dal fornitore di energia, occorre acquisire la documentazione giusta alla quale allegare dei documenti atti ad attestare il proprio riconoscimento, dati anagrafici per l’apertura del nuovo contratto di fornitura e altre informazioni che permettono all’ente erogatore di procedere con l’attivazione della nuova rete elettrica o di gas.

Successivamente alla compilazione di tutta la documentazione ci si può recare presso il punto ENEL più vicino, chiamare il numero verde dello stesso, o alternativamente, procedere all’attivazione di un nuovo contratto per via telematica.

È conveniente ricordare che occorre effettuare alcuni pagamenti per sostenere le spese di attivazione della voltura, amministrative, di attivazione del contratto etc.

Voltura ENEL: dati necessari

Per avere una nuova voltura ENEL occorre, in primo luogo, inviare i dati necessari per l’attivazione di un nuovo contratto e per il cambiamento dell’intestatario della nuova fornitura.

I dati necessari per una voltura sono: il numero cliente riportato in alto sulla destra dell’ultima bolletta del precedente intestatario, e dal quale si ha il consenso per effettuare la voltura; recapito telefonico, codice fiscale, cognome e nome della persona che intende attivare il nuovo contratto; la lettura del contatore elettronico (solitamente presente all’esterno dell’abitazione); la provincia, località, comune e il numero civico presso il quale inviare le bollette (solo se diverso dall’indirizzo dell’abitazione presso la quale allacciare la corrente).

Oltre a questi dati occorre comunicare la provincia, il comune, la località, e il numero civico del cliente precedente in modo tale da poter inviare la bolletta di chiusura del conto; infine, occorre comunicare la potenza e la tensione richiesta, tenendo conto dei membri della famiglia, e del numero degli elettrodomestici che s’intendono attivare.

Voltura ENEL: documentazione necessaria

Dopo aver capito cosa s’intende per voltura ENEL e quali sono i dati necessari da utilizzare per il cambio dell’intestatario, è necessario comprendere quelli che sono i documenti indispensabili per l’evasione della richiesta.

In primo luogo occorre compilare un’autocertificazione di residenza anagrafica.

Non si tratta che del comunicare se la persona a cui intestare il nuovo contratto è residente nell’abitazione dove fare il nuovo allaccio o meno.

Se non è così, occorre presentare, entro 5 mesi dall’attivazione del contratto, i dati di variazione della residenza anagrafica.

Oltre a questo documento bisogna inviare al punto ENEL una fotocopia del documento di riconoscimento del nuovo intestatario; se si vuole addebitare il pagamento presso la propria banca è necessario comunicare le coordinate del proprio conto corrente bancario o postale più il proprio codice fiscale e nominativo del conto.

Infine, occorre acquisire i moduli di autocertificazione, alla domiciliazione bancaria.

cosa fare

Acquisita la documentazione necessaria e le giuste informazioni per la voltura ENEL si procede con la preparazione dei dati.

Si compila tutta la documentazione necessaria e si allegano tutti i documenti atti all’evasione della richiesta di voltura.

Ci si reca presso il punto ENEL più vicino, o alternativamente, si chiama il numero verde reperibile presso ogni bolletta o sul sito dell’impresa; è conveniente sapere che l’attivazione del nuovo contratto di erogazione del gas o dell’energia elettrica può avvenire collegandosi al sito ENEL ed entrando nella sezione "il tuo contratto-attiva il contratto".

Si restituisce tutta la documentazione inviata in precedenza da ENEL, firmata e compilata in ogni suo campo, e si seguono i passaggi riportati nella lettera di accompagnamento dei documenti.

Infine, si pagano le spese contrattuali, le quali, solitamente vengono addebitate nella prima bolletta di fornitura.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche