Lavelli cucina, elementi d’arredo funzionali, attrezzati e di design

Lavelli cucina tipi

La zona lavaggio e quella cottura sono fondamentali all’interno della cucina.

Opportunamente dotato di impianto di impianto idrico, facilmente accessibile, non eccessivamente distante rispetto ai fornelli, lo spazio dedicato alla pulitura delle stoviglie e degli alimenti è fortemente caratterizzato dal lavello. Sempre più funzionale, attrezzato e di design, questo vero e proprio elemento d’arredo deve essere posizionato sopra gli scarichi dell’acqua ed avere una dimensione adatta al locale, in linea generale non inferiore a 40x40 centimetri e con una profondità di circa 18 o 20 centimetri. Anche la distanza tra il fondo della vasca e la bocca del rubinetto è importante per evitare che operazioni quotidiane, come, ad esempio il riempimento di bottiglie o il lavaggio di pentole di grandi dimensioni, diventino difficoltose.

Numerosi gli accessori che possono arricchire i lavelli cucina e semplificare diverse attività, ad esempio il gocciolatoio, lo scolaposate, lo scolapasta, il coperchio; utilissimi anche il tappo e il tappetino da posizionare sul fondo per trattenere eventuali residui di cibo

Perfetto connubio tra funzionalità e design, i lavelli Franke, realizzati con materiali di elevata qualità come l’acciaio inox, il fragranit e la ceramica.

Tutti i modelli si caratterizzano anche per il Clean Sink System che garantisce notevole igiene e per il pomolo a pressione che permette di aprire e chiudere la piletta senza alcuno sforzo. Coordinati gli accessori intelligenti, tra cui taglieri in materiale antibatterico Sanitized® oppure in legno e vetro, vaschette, vaschette combinabili con bacini forati usabili anche nei forni a vapore, cestini per stoviglie, scolatoi mobili e tappetini avvolgibili in acciaio inox utili anche come sottopentola. Particolarmente versatile lo scolatoio per coprire il bacino del lavello o per far colare i liquidi dalle stoviglie.

In foto Lavello cucina prodotto dall’azienda Franke

lavello cucina franke

ANPI Scolapasta Pieghevole Colino del Silicone Cesto di Frutta Verdura, Include 2 Taglie 20 e 24cm (Verde)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 13,3€)


Lavelli cucina angolari

Lavelli cucina angolari Nel corso degli anni i lavelli cucina si sono evoluti nelle forme, nei colori, ma soprattutto nei materiali; la scelta del modello dipende dallo spazio disponibile, dallo stile della cucina, dal gusto soggettivo e, aspetto da non sottovalutare, dalle abitudini personali.

Per la realizzazione degli acquai possono essere utilizzate materie differenti che influenzano sia l’estetica sia l’usabilità del prodotto; le più comuni sono, ad esempio, l’acciaio inox, la ceramica, la pietra naturale, l’agglomerato di quarzo, il fragranite, il corian®.

L’acciaio inox è molto resistente, anche al calore, molto igienico e riciclabile al 100%, ma richiede particolare attenzione per evitare antiestetiche impronte, graffi e la formazione di macchie di calcare. Anche i prodotti per la pulizia devono essere scelti accuratamente poichè l’uso di sostanze corrosive può provocarne l’ossidazione. Lavelli in acciaio, con finiture lucide o satinate, talvolta con trattamenti antigraffio, si addicono perfettamente a cucine in stile hi-tech o in stile industriale, caratterizzate da mattoni, tubi a vista, legno, metallo, pietra e cemento.

La ceramica, adatta a qualsiasi arredamento, non assorbe odori, è igienica, resiste a tutte le temperature ed è facile da pulire, ma può irrimediabilmente scheggiarsi in caso di urto con oggetti pesanti

La pietra naturale, spesso pregiata e costosa, è molto bella tuttavia, essendo porosa, trattiene lo sporco e non si pulisce facilmente. Si addice particolarmente alle cucine in stile rustico e non è soggetta a fenomeni di senescenza, anzi l’uso prolungato le conferisce un aspetto unico e molto suggestivo.

L’agglomerato di quarzo è un materiale duro, robusto, igienico e facile da manutenere; non viene attaccato dai liquidi, resiste alle macchie, mantiene inalterati i colori, ma teme il calore.

L’innovativo fragranite rappresenta un’eccellente ed elegante alternativa all’acciaio inox; disponibile in diversi colori, dura a lungo nel tempo, resiste alle abrasioni, ai colpi, al calore e si pulisce senza sforzo. I lavelli in questo materiale hanno superfici lisce ed uniformi su cui difficilmente si depositano calcare e residuo di cibo rendendo più difficile la formazione e la proliferazione dei batteri. Quello utilizzato dall’azienda Franke, 80% di quarzo e 20% di resina acrilica, è leggermente lucido e caldo al tatto.

I lavelli in corian® sono molto igienici, facili da pulire e da aggiustare, ma temono sia il calore, sia le sostanze coloranti, come ad esempio lo zafferano, una spezia particolarmente apprezzata ed usata per cucinare diversi cibi.

Particolari i lavelli Plados-Telma, realizzati usando un nuovissimo materiale con nanoparticelle di biossido di titanio; semplificando, questi prodotti producono una fotocatalisi che riduce l’inquinamento dell’aria e svolge un’azione antibatterica.
I lavandini da collocare in cucina generalmente hanno una forma rettangolare, quadrata o circolare. Quando un locale ha dimensioni contenute oppure una planimetria irregolare, una soluzione angolare, preferibilmente dotata di due vasche, può rappresentare un’eccellente soluzione.

Funzionali ed estremamente compatti i lavelli angolari in ceramica di Villeroy & Boch. Disponibili in diverse cromie, sono protetti da una smaltatura speciale che li rende particolarmente robusti e facili da pulire.

In foto Modulo lavello Monumentum di Villeroy & Boch realizzato con ceramica di elevata qualità. È protetto dalla smaltatura CeramicPlus

  • lavelli cucina foster Nella progettazione della cucina, la scelta della postazione lavaggio riveste grande importanza e andrebbe ponderata non solo rispetto al gusto e all’estetica ma anche sul piano della praticità e funz...
  • Come scegliere il lavello cucina La cucina è l'ambiente della casa cui si passa più tempo in assoluto. La sua organizzazione, in termini di mobili, elettrodomestici ed accessori deve rispondere alle esigenze di chi vive in casa. Le...
  • Come scegliere il lavello cucina Quando si arreda la zona cottura, occorre prestare una grande attenzione su come scegliere il lavello cucina. Disponibili in più misure, di materiali diversi, a una o due vasche, con o senza gocciolat...

ICO CR100, Sifone in alluminio, 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 124€


Lavelli cucina con vasca grande

Lavelli cucina con vasca grande La collocazione di un lavello dipende dalla posizione degli scarichi, mentre la forma e la dimensione essenzialmente dallo spazio disponibile. Un lavandino ha, in genere, una oppure due vasche che possono essere vicine, separate, di uguale o diversa forma, di identico o differente volume. Anche se piccola, una conca aggiuntiva rispetto a quella principale è molto utile ad esempio per lavare le verdure o sciacquare le tazzine, i bicchieri e le posate.

I lavelli cucina dotati di due vasche separate solitamente richiedono spazio, ma creano un grande impatto visivo come, del resto, tutti i modelli di grandi dimensioni. I prodotti spesso definiti XL, spaziosi, molto funzionali, estremamente comodi, sono sempre più apprezzati e di tendenza poiché possono contenere anche oggetti di grandi dimensioni o avere un bordo, come nel caso di Blanco Zenar XL 6 S SteamerPlus, che permette di appoggiare i contenitori e le teglie usati per la cottura a vapore. Questa soluzione, che ha vinto il premio per il design Red Dot 2016, è proposta da Blanco, azienda nota per la produzione di lavelli e di miscelatori di elevata qualità e di eccellente design. In sostanza, il prodotto ottimizza il lavoro di chi, in ambito domestico, utilizza lo steaming, un metodo originario dell’Oriente per cucinare i cibi senza intaccarne le proprietà organolettiche e il gusto originale. Chi acquista Blanco Zenar XL 6 S SteamerPlus, riceve anche un tagliere in cristallo temperato e un tagliere multistrato in legno di frassino nonché due contenitori GN in acciaio inox per il forno profondi 65 mm.

In foto Lavello Blanco Zenar XL 6 S SteamerPlus di Blanco


Lavelli cucina, elementi d’arredo funzionali, attrezzati e di design: Lavelli cucina sottotop

Lavelli cucina sottotop In base al tipo di installazione, i lavelli cucina possono essere ad appoggio, ad accosto oppure ad incasso nelle versioni sopra top, filo top o sotto top. Un lavello può anche essere semincassato in un piano, solitamente in pietra, oppure in un mobile. 
Adatte soprattutto a materiali come il corian®, il marmo, il granito e la quarzite, le soluzioni filo top presentano un perfetto allineamento del piano, della vasca e del top; in quelle semi top, invece, è presente una sporgenza di circa tre millimetri rispetto al piano.

L’incasso sotto top, particolarmente appropriato per le cucine con il piano in legno, in vetro, in pietra o in materiali sintetici, ottimizza lo spazio e agevola i movimenti. Abbastanza costoso, ma molto elegante, è igienico e facile da pulire grazie alla mancanza di bordi.

Tra i diversi lavelli sotto top in commercio, Tornado, di Foster, è in acciaio AISI spesso un millimetro. Può essere accessoriato con una griglia portapiatti, con una vaschetta per ottimizzare lo spazio all’interno della conca, con un colapasta. Particolarmente utile il tagliere Twin, in legno Iroko, un’essenza pregiata che proviene dalle foreste equatoriali dell’Africa. Resistente sia ai liquidi, sia all’usura, ha una parte centrale che può essere asportata per permettere di posizionare il colapasta e la griglia.

In foto Lavello sotto top Tornado di Foster. Dimensioni del prodotto: 816x524 millimetri; dimensioni della vasca 730x440xh210 millimetri