Sei un'azienda? Contattaci!
  • Impianti elettrici civili

Impianti elettrici civili

Gli impianti elettrici civili sono tutti quei sistemi installati all'interno di abitazioni private. All'interno di una casa, questo impianto elettrico può essere suddiviso a sua volta in vari altri circuiti: uno per le prese a bipasso a 10/16 A, uno per la luce e le prese da 10 A e uno per l'alimentazione a 12 V dei circuiti a chiamata. La distribuzione generale dell'impianto parte da una cassetta che può essere installata in una stanza qualsiasi della casa, generalmente l'ingresso. Tutti i vari circuiti vengono protetti da interruttori differenziali magnetotermici in grado di bloccarli in caso di pericolo o di un black out improvviso. La cassetta di derivazione contiene anche i circuiti utili all'attivazione della linea telefonica e dell'antenna TV. Il bagno è la zona della casa ritenuta più sensibile all'elettricità e per questa ragione al suo interno vengono eseguiti dei collegamenti equipotenziali e tutto il sistema viene collegato ad un'ulteriore cassetta di derivazione posizionata all'interno del bagno stesso.

  • Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici sono sistemi caratterizzati dall'assemblaggio di più moduli fotovoltaici in grado di sfruttare l'energia solare per produrre energia elettrica tramite lo sfruttamento di cavi e inverter ed eventualmente sistemi ad inseguimento solare. Questi sistemi fotovoltaici sono di due tipi: a isola o connessi in rete. Gli impianti a isola non sono connessi ad alcuna rete di distribuzione e sfruttano direttamente l'energia solare accumulata (praticamente come le comuni batterie). I sistemi connessi in rete, invece, sono quelli connessi ad una rete di distribuzione gestita da terzi. I materiali maggiormente utilizzati per la costruzione dei pannelli fotovoltaici sono il silicio policristallino o quello monoscristallino e durante la loro installazione è necessario tenere conto di eventuali zone d'ombra non controllabili, come quelle generate dalle antenne.

  • Impianti termici

Impianti termici

Gli impianti termici sono quei sistemi integrati necessari per regolare la temperatura interna degli ambienti. Possono essere classificati in diverso modo a seconda del loro metodo di funzionamento. Ci sono, infatti, gli impianti a funziamento continuo, intermittente o discontinuo se il sistema tende a essere attivo per tutto il periodo invernale oppure a tratti. Esistono i sistemi centralizzati, ovvero dotati di un'unica caldaia e gli impianti diretti o indiretti, che vengono installati all'interno o all'esterno dell'abitazione. Per la generazione di calore possono essere sfruttati apparecchi come: caldaie, pompe di calore e resistenze elettriche. Per generare frigorie vengono invece utilizzati dei gruppi frigoriferi. All'interno di un impianto termico può essere presente anche un sistema di vettoriamento necessario quando il generatore installato dovrà coprire più spazi contemporaneamente.

  • Impianti idraulici

Impianti idraulici

Gli impianti idraulici sono sistemi costituiti da tubi in grado di trasportare acqua da un punto ad un altro. Per le tubature vengono utilizzati dei materiali come: acciaio zincato, acciaio nero, acciaio inox, rame, polipropilene. Queste tubature vengono poi rivestite con dei materiali isolanti dello spessore variabile tra i 5 e i 12 mm, come ad esempio il neoprene. L'isolamento dei tubi porta è utile per evitare la corrosione oppure la condensazione esterna nel caso delle condutture ad acqua fredda o la dissipazione di calore per quelle ad acqua calda e riesce ad attutire rumori e vibrazioni causati dal passaggio dell'acqua nei tubi. All'interno di un'abitazione si possono distinguere due tipi di impianti: quello primario necessario per trasportare l'acqua a tutti i piani del palazzo e quello secondario per distribuirla tra le varie zone della casa.

  • Impianti gpl

Impianti gpl

Gli impianti gpl sfruttano il gas di petrolio liquefatto, essenzialmente degli idrocarburi come propano e butano che si trovano allo stato gassoso e vengono convertiti in liquidi applicando la giusta pressione. Questi tipi hanno trovato ampia applicazione in ambito domestico e per le autovetture. Questi sistemi si basano su uno strumento detto "vaporizzatore" che sfrutta un liquido refrigerante caldo ed è utile per la vaporizzazione del gas e il controllo della quantità vaporizzata. Gli altri sistemi presenti all'interno degli impianti gpl sono quelli che controllano il rapporto tra questo carburante e l'aria in entrata. Questi sistemi vengono impiegati sempre di più grazie alle basse emissioni inquinanti. Il gpl non produce alcun tipo di polvere sottile, nemmeno le più comuni PM10 e PM2.

  • Impianti di videosorveglianza

Impianti di videosorveglianza

Gli impianti di videosorveglianza sono sistemi di telecamere in grado di proteggere degli spazi aperti o chiusi. Questi sistemi sfruttano una serie di telecamere che possono essere posizionate nei vari punti strategici e possono essere controllate mediante un sistema centralizzato che manda le immagini direttamente ad un centro di controllo oppure possono essere connesse ad un software on-line che permette all'utente di controllare la situazione in ogni momento. Quando si sceglie di collegare il sistema di videosorveglianza ai propri dispositivi, è necessario solamente connettere questi apparecchi alla connessione IP della casa. Per quanto riguarda le telecamere, queste possono essere distinte in due categorie: quelle per la visione giornaliera e quelle per la visione notturna dotate di un sistema a visione IR. I sistemi più innovativi sono dotati di entrambe le tipologie di visione in modo tale da poter tenere sotto controllo l'ambiente sia di giorno che di notte.

Leggi anche:

Sfoglia i cataloghi: