Sgabelli da cucina, suggerimenti e idee per la scelta

Scopri gli sgabelli da cucina firmati Kartell

Gli sgabelli da cucina? Una scelta sempre più diffusa. Un trend che trova origine in una serie di ottimi motivi: questo tipo di seduta è pratico, versatile, decisamente chic. Inoltre è l’unica soluzione per chi decide di usare l’isola o la penisola come tavolo da pranzo.

Bisogna far presente che molti sgabelli, oggi, non soltanto sono esteticamente molto accattivanti per quanto risultano decisamente comodi. Se cercate un prodotto di fascia alta, griffato e fatto con materiali di qualità, Kartell è senza dubbio un ottimo punto di riferimento.

La nota azienda italiana, che si è imposta sul mercato internazionale mostrando a tutti le potenzialità della plastica e realizzando arredi diventati iconici, propone diversi sgabelli da cucina e, a dir la verità, adatti a qualsiasi ambiente della casa. I prezzi variano da 250 a 500 euro circa: si tratta di un vero investimento, insomma.

Perché acquistare gli sgabelli da cucina Ikea

Gli sgabelli cucina sono una soluzione salvaspazio, permettono di vivacizzare l’ambiente con allegre note di colore, rappresentano un elemento di personalizzazione. Inoltre – forse in pochi ci pensano – consentono di dialogare con chi è intento a cucinare e osservarlo comodamente mentre è all’opera.

Se disponete di un budget limitato ma vorreste ugualmente sgabelli di qualità soddisfacente e caratterizzati da un’estetica piacevole, vi suggeriamo di puntare su Ikea: ne propone una ventina, i prezzi vanno da 12 a 120 euro e l’assortimento è davvero variegato.

Si va dalla classica sedia bar in legno al semplice sgabello in metallo senza spalliera, passando per modelli più moderni. Sul sito Ikea trovate la descrizione di ogni sgabello comprendente anche le relative foto, le indicazioni dei prezzi e dei materiali nonché delle dimensioni.

Gli intramontabili sgabelli da cucina in legno

Gli sgabelli da cucina in legno rappresentano sempre una scelta vincente. Faggio, pino, abete, quercia e rovere sono le essenze più utilizzate. Per quanto riguarda lo stile, la proposta sul mercato è assai ampia: si va dai modelli classici, caratterizzati da linee arrotondate, a quelli più moderni, essenziali e minimalisti.

Alcuni sgabelli in legno hanno lo schienale e/o i braccioli, altri no; alcuni hanno la seduta anch’essa in legno, altri la seduta imbottita. Molte aziende, in quest’ultimo caso, offrono la possibilità di scegliere fra un’ampia gamma di tessuti e fantasie, dunque il livello di personalizzazione è alto e l’abbinamento con gli altri arredi della cucina diventa molto semplice.

Non mancano sgabelli realizzati in legno e in altri materiali, per esempio la plastica e il polipropilene: associazioni di questo tipo sono figlie del gusto contemporaneo.

Come scegliere gli sgabelli da cucina moderni

Gli sgabelli da cucina moderni, nella maggior parte dei casi, fanno parte di composizioni caratterizzate da un’isola oppure da una penisola. Diventano quindi protagonisti dello spazio, ma sono anche elementi di utilizzo quotidiano: per questo motivo, presentano sedute confortevoli e in alcuni casi ergonomiche.

Generalmente gli sgabelli moderni per la cucina hanno quattro piedi (o “zampe”), ma non mancano proposte contraddistinte da una base unica rotonda. Rotonda oppure quadrata, invece, è la seduta.

I materiali più usati per la realizzazione di sgabelli moderni sono il PVC, l’ABS, la resina e altri polimeri, leggeri e poco costosi ma anche disponibili in numerose colorazioni; l’acciaio inox e l’acciaio epossidico, campioni di resistenza; il rotang e il bambù, prediletto da chi ama un risultato più “naturale”.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche