Come scegliere al meglio il tavolo allungabile

Consigli sui complementi d'arredo

I consigli su quali complementi d'arredo acquistare sono dapprima legati al modo, cioè ai parametri che vi guideranno nella scelta degli oggetti, solo successivamente potrete sbizzarrirvi con forme e colori.

I complementi d'arredo sono gli elementi che delineano l'arredamento, caratterizzandolo in maniera più o meno incisiva.

Si può partire da un'idea di base nella quale lo stile che si ha in mente è già ben definito – in tal caso basterà scegliere i complementi d'arredo che lo rappresentano – oppure partire da un oggetto in particolare e accostarvi altri elementi in sintonia, uno dopo l'altro, senza un'ordine preciso.

In questo caso è possibile partire anche da un semplice vaso ed acquistare successivamente un divano che si sposi con il look dell'oggetto.

Il risultato sarà sicuramente imprevedibile e spesso originale, ma attenzione a mantenere comunque un "filo conduttore" stilistico che leghi tutti i complementi d'arredo acquistati, infatti, l'accostare il design degli oggetti al fine creare un'immagine definitiva in continuo mutamento, può risultare divertente ma richiede un maggiore attenzione nella scelta di ogni singolo elemento.

Partire con un oggetto: il tavolo allungabile

Per scegliere i complementi d'arredo potrete anche unire le due metodologie citate insieme: scegliere a random gli oggetti che comporranno il design del vostro locale, avendo però bene in mente un filone stilistico che ne caratterizzerà l'immagine complessiva.

Se scegliete di partire con un oggetto, un'idea è quella di scegliere il tavolo, ad esempio: da sempre fulcro di ogni tipologia di locale in cui si svolgono le comuni azioni quotidiane, come mangiare, scrivere, studiare e parlare.

Il tavolo moderno è disponibile in svariate forme e colori, ma la praticità ci suggerisce di optare per un modello di tavolo allungabile: esteticamente gradevole e utile quando in casa non c'è molto spazio o quando gli invitati a pranzo sono sempre numerosi.

Partiamo dalla forma.

Il tavolo allungabile avrà una fisionomia che gli permetterà di contenere al suo interno le parti aggiuntive del piano e delle guide di scorrimento.

Le forme sono dunque quadrangolari, elissoidali o rotonde, dove di solito un tavolo quadrato diventerà rettangolare una volta aperto e uno rotondo, ovale.

I modelli di tavolo allungabile

I consigli su come scegliere i complementi d'arredo riguardano, in seconda battuta, i materiali.

Il vetro e la resine trasparenti enfatizzano l'aspetto dinamico del tavolo allungabile, mettendo talvolta in evidenza i meccanismi di scorrimento e le parti aggiuntive.

Questo tipo di materiali si sposa con tutti i tipi di arredamento contemporaneo eleganti ed essenziali, dove il tavolo allungabile sarà un oggetto bello non solo per il suo aspetto esteriore, ma anche per la struttura che ospita all'interno.

Anche il legno, naturale o colorato, è perfetto per un tavolo allungabile: le forme tonde un po retrò sono ideali per ambienti dal gusto romantico o rigorosi, per un effetto a contrasto.

L'azienda Marchetti propone un modello raffinato di tavolo allungabile in legno, con top color bianco latte e un altro piano sovrapposto in legno color burro anticato, con graziosi intarsi.

Le essenze utilizzate sono noce, ciliegio e rovere.

Il design accenna al gusto Rococò in versione contemporanea.

Il vetro temperato colorato rimane, invece, un classico materiale per il tavolo allungabile, molto elegante, di solito dai costi piuttosto elevati.

Dopo il tavolo, la sedia: pieghevole o fissa

La sedia potrà essere il secondo elemento da scegliere dopo il tavolo.

Se avete problemi di spazio è meglio sceglierla pieghevole.

In commercio esistono delle soluzioni molto pratiche e di design.

Oltre alla classica sedia in legno o in PVC pieghevole, ne esistono anche versioni dotate di un gancio, in modo da poterle appendere al muro o ad uno apposito stand.

I colori sono spesso estrosi, da scegliere a contrasto con i colori neutri del tavolo, o naturali come le sfumature del legno.

Pieghevole o fissa, la sedia non deve comunque avere un ruolo secondario rispetto al tavolo, sia per funzionalità che per estetica.

Dopo aver scelto tavolo e sedia non vi resta che completare l'arredo del locale: la scelta di questi due elementi vi sarà di grande aiuto per i colori e il design adatti a pareti, mobilio e tappezzeria.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche