Sei un'azienda? Contattaci!
  • Piastrelle cucina

Piastrelle cucina

Le piastrelle sono elementi di arredo e di decoro molto usati: infatti sono molto apprezzate perché facili da pulire e da mantenere. In più si ha un'ampia scelta per i materiali, i colori, lo stile, la forma, le dimensioni e le texture. Le piastrelle si distinguono anche per la destinazione d'uso, quindi quelle che vanno a rivestire il pavimento devono essere ancor più resistenti di quelle per le pareti: infatti devono resistere all'usura e al calpestio. Le piastrelle in cucina sono adottate per lo più per rivestire la parete dietro i fuochi e il lavello; in questo modo la si protegge dagli schizzi d'acqua, olio e vapori. Le mattonelle per cucina devono essere in linea con lo stile e con l'arredo dell'ambiente: ad esempio se si adotta uno stile contemporaneo, si può optare per elementi realizzati con le tecniche più recenti di stampa digitale. Un esempio di questo tipo di rivestimento è rappresentato dalle mattonelle per cucine moderne di Iperceramica Design Abitare: sono moduli monocottura in pasta bianca e si trovano in tanti colori e decori diversi. Il loro formato è 10x30cm e per un risultato migliore ci sono anche listelli abbinabili.

  • Mattonelle cucina moderne

Mattonelle cucina moderne

Le mattonelle per cucine moderne ideali sono di piccole dimensioni o quadrate e hanno una superficie lucida; in questo modo riflettono la luce nell'ambiente e lo rendono più luminoso e più ampio. Ciò vale soprattutto se la cucina è di ridotte dimensioni o se si è optato per un arredo dai colori scuri. In questo caso si usano piastrelle in colori chiari o neutri; al contrario, se gli arredi sono bianchi o in metallo con finiture chiare, li si può far risaltare con piastrelle marroni o grigie. Quando si decide di rivestire le pareti e il pavimento della cucina con piastrelle si deve fare attenzione che siano in armonia con i mobili e con le pareti non rivestite sia per colore che per stile: ad esempio le mattonelle moderne si caratterizzano per texture, effetti e colori in linea con le tendenze più recenti dell'interior design e dell'arredo. Una soluzione apprezzata prevede di adottare piastrelle per cucina diverse per avere un effetto decorativo a base geometrica; ad esempio si usano elementi dello stesso spessore ma differenti per colori, misure e finiture.

  • Piastrelle cucine moderne

Piastrelle cucine moderne

Qualunque sia il loro stile, le piastrelle in cucina devono essere facili da pulire, resistenti agli agenti chimici dei detersivi e detergenti, non porose e resistenti al calore. Le piastrelle per cucine moderne da usare per i pavimenti possono essere in monocottura, mentre quelle per le pareti possono essere anche in bicottura, alluminio o altri materiali in quanto non soggette a sollecitazioni di forte entità e applicabili persino su superfici irregolari. Ad esempio con le mattonelle per cucine moderne in gres porcellanato si hanno fantasie cromatiche molto libere, anche se è bene non mescolare troppi colori. Si tratta di un materiale resistente a base di argille e quarzi, che consente di avere una superficie levigata, lucida, simile alle pietre naturali o smaltata. In commercio vi sono modelli in un'infinità di colori, finiture e texture. Un esempio è Four Seasons di Supergres: permette di creare mosaici smaltati per avere riflessi e un ambiente pregiato. Se invece si opta per la bicottura, le piastrelle sono sottoposte a due diverse cotture, una per il materiale di supporto e l'altra per fissare lo strato vetroso trasparente di smalto brillante.

  • Piastrelle decorative in cucina

Mattonelle per cucine moderne

Quando si adottano le mattonelle per le cucine moderne si valuta se applicare le stesse sia sul pavimento che sulle pareti: se si sceglie di diversificare, si possono fare variazioni nel colore e/o nella forma. Tuttavia non vanno affiancati colori simili con toni diversi: vanno bene invece le tinte tono su tono con la stessa gradazione. In genere, in base al luogo di posa, cambiano le misure delle piastrelle. Vi sono le forme quadrate con lati di 60, 50 o 45 cm e quelle verticali da 30x60 cm fino a 1x2 metri: in questi ultimi casi il rapporto tra i lati deve essere sempre di 1:2. In genere si posano in orizzontale e si opta per i toni del grigio e i colori scuri, mentre le finiture sono effetto legno e tessile. Se si scelgono piastrelle in tinta unita si possono applicare elementi spezza-superficie come strisciate di mosaico o matite per avere un risultato ancora più elegante e spettacolare.

  • Mattonelle x cucine moderne

Mattonelle x cucine moderne

Per rinnovare l'aspetto di casa adottando le mattonelle per cucine moderne si possono evitare i lavori per sostituire il vecchio pavimento adottando alcune alternative valide: in questo modo si applicano i nuovi rivestimenti su quelli vecchi. Ad esempio vi sono le mattonelle in gres con uno spessore di soli 3mm che però sono molto resistenti all'usura e al calpestio. Un'altra possibile soluzione che non è troppo costosa è adottare piastrelle in pvc: sono moduli che si possono incollare senza difficoltà e in modo veloce sul vecchio rivestimento. Vi sono tanti modelli diversi che riproducono varie texture, magari anche adottando l'effetto legno. Infatti il parquet non è indicato per la cucina. Le migliori sono quelle in nuance chiare e che riflettono la luce perchè aumentano la luminosità della stanza e danno la sensazione che sia più grande di quanto è in realtà.

Leggi anche:

Sfoglia i cataloghi: