Ti aiutiamo a scegliere le tue sedie cucina

Come sono le sedie cucina moderne

Le attuali tendenze relative alle sedie cucina parlano chiaro: la parola d’ordine è leggerezza. Le forme sono affusolate, raffinate, eleganti; derivano da seducenti giochi geometrici. Per quanto riguarda i materiali, prevalgono i metalli e in particolare l’alluminio, che si lavora con grande facilità, è duttile e – cosa importante, soprattutto di questi tempi – riciclabile.

Però mettiamo subito in chiaro una cosa: il fatto che le sedie cucina moderne siano leggere non significa che siano anche delicate se non addirittura fragili. Piuttosto, è vero il contrario. Nel senso che la solidità e la resistenza, così come la durevolezza, sono ritenuti anch’essi requisiti imprescindibili. Ecco perché, appunto, si utilizzano i metalli.

D’altra parte, non perde consensi il legno: è intramontabile, non passerà mai di moda. E molto gettonate sono anche le più innovative materie plastiche, in primis il polipropilene e il policarbonato. Essenziale è che gli ingombri risultino ridotti e che la resa estetica sia una risposta concreta all’esigenza di arredare la casa all’insegna della qualità e dell’originalità.

In foto le sedie Elipse disegnate da Patrick Jouin e lanciate da Zanotta nel 2018. La struttura è in lega di alluminio verniciato, il sedile lo schienale sono in tecnopolimero a base di polipropilene. Colori disponibili: bianco, nero, antracite o amaranto.

I vantaggi delle sedie cucina in legno

Come anticipato nel paragrafo precedente, se è vero che i materiali più utilizzati nella produzione di sedie cucina moderne sono i metalli e le materie plastiche, è anche vero che il legno resta un evergreen. Per i seguenti motivi:

  • Si tratta di un materiale malleabile, che può assumere qualsiasi forma.
  • È robusto e solido.
  • Dona una sensazione di calore all’ambiente.
  • Dura nel tempo.


Le sedie in legno, inoltre, si abbinano perfettamente anche a tavoli realizzati con altri materiali, ad esempio tavoli con il piano in vetro. E non si rado, inoltre, troviamo tale commistione materica anche nella composizione delle sedie stesse.

Un altro pregio delle sedie per la cucina in legno è che non perdono fascino a causa dei segni dell’usura, ovvero con l’andar del tempo, anzi nella maggior parte dei casi diventano ancora più belle: ecco spiegato il motivo per cui spesso le superfici vengono “rovinate” con appositi trattamenti. In foto la sedia Miss di Febal: la struttura e la seduta sono in legno tinto o laccato Rovere bianco o Rovere champagne.?

Quanto costano le sedie cucina design

Siete esigenti: volete per la vostra casa arredi di design. E ciò vale, naturalmente, anche per le sedie cucina. La proposta sul mercato è a dir poco ampia, ma a questo punto risulta logico chiedersi anche quale sia la spesa in ballo. Ebbene, dipende da alcuni fattori ben precisi quale il marchio, il designer, i materiali utilizzati, lo stile, il progetto.

In linea di massima, sappiate che una sedia cucina design costa intorno ai 100 euro. Facciamo presente, tuttavia, che si trovano modelli decisamente interessanti e di alto livello anche a 70-80 euro. Di contro, alzando il tiro al massimo, la spesa può anche raggiungere quota 200 euro.

Una volta individuate le sedie cucina design meglio corrispondenti alle vostre esigenze e ai vostri gusti, se non avete fretta seguite il nostro consiglio: aspettate, guardatevi intorno, perché anche le aziende più prestigiose propongono ciclicamente promozioni davvero convenienti.

In foto la sedia Next 121 di Gervasoni, novità del 2019. Presenta una seduta in fusione di alluminio a grandi fori collegata al telaio in legno da sottili graffe. La superficie lucida riflette la luce e i colori, contribuendo a rendere l’insieme più arioso e luminoso.

Come abbinare le sedie cucina colorate

Per quanto concerne i colori, i trend riconducibili alle sedie cucine percorrono due strade opposte: da un lato troviamo le tonalità sobrie e neutre, dall’altro le tonalità molto accese. Che, per molti versi, stupiscono. E che senza dubbio rappresentano una nota di allegria non indifferente.

L’importante è evitare gli eccessi. Questo significa che è preferibile abbinare le sedie cucina colorate a un tavolo che sia, di contro, molto meno appariscente dal punto di vista cromatico. Più in generale, le sedie colorate “stonano” in una cucina già caratterizzata da mobili molto “vivaci”. In medio stat virtus, non dimentichiamolo mai.

In foto vi mostriamo una proposta per il momento unica nel suo genere: le sedie della collezione A.I. di Kartell, presentata in occasione del Salone del Mobile 2019. Si tratta delle prime sedie “disegnate” dall’intelligenza artificiale, cioè elaborate interamente da un algoritmo.

Naviga per:

Potrebbe interessarti anche